sabato 15 dicembre 2018
In foto: Si svolge oggi, al Comando di via Dalla Chiesa, la festa dei Carabinieri di Rimini per il 197° anniversario della Fondazione dell'Arma. Il bilancio 2010 dei Carabinieri riminesi registra un'attività intensa su più fronti ma anche una contrazione dell'indice di delittuosità.
di    
lettura: 1 minuto
lun 6 giu 2011 18:20 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 17
Print Friendly, PDF & Email

Un calo del 10% dei delitti, a conferma di un trend che dal 2007, anno del picco, è in costante calo. Da rilevare, in particolare, il meno 37% delle rapine, 171 – di cui la metà in strada a danni di persone – contro 266, e il meno 14% dei furti.
Nel 2010 sono stati 19.350 i servizi di pattuglia, con l’impiego di 40.700 carabinieri e una media di 53 servizi giornalieri. 161.700 le persone e 125.000 le auto controllate. 7.400 gli interventi di emergenza in risposta alle 11.450 richieste arrivate.
Altra priorità, il contrasto della criminalità organizzata, nell’ambito del piano straordinario contro le mafie: tra i risultati principali, un’importante operazione contro i casalesi, con operazioni che hanno riguardato l’arresto di latitanti, droga, estorsioni e usura.
Un impegno non privo di rischi, visto che nel 2010 sono rimasti feriti in servizio 67 carabinieri. Gli encomi speciali sono stati assegnati a militari che hanno bloccato con rischiosi inseguimenti in auto dei malviventi in fuga.

26.700 delitti nel 2007
22.500 delitti nel 2009
20.000 delitti nel 2010

Furti:
13.600 nel 2009
11.600 nel 2010

Altre notizie
di Maurizio Ceccarini
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna