lunedì 17 dicembre 2018
In foto: Intervista al general manager della squadra titana
di    
lettura: 2 minuti
mar 7 giu 2011 12:49 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Quando un obiettivo è centrato con grande disinvoltura, quasi sotto silenzio, il valore dell’impresa ne risente -si legge in una nota-. Invece bisogna rimarcarlo, ripeterlo. La T&A è tra le migliori quattro d’Europa e, dopo aver passato il turno nel round robin di European Cup di Parma, ha il posto assicurato alla Final Four di Brno di settembre.

“Il nostro è un risultato importante” dice in proposito Mauro Mazzotti “arrivato in maniera molto più positiva rispetto all’anno scorso. Dopo la prima gara col Neptunus ci siamo ripresi subito giocando un partitone con Parma e abbiamo proseguito su quella linea. Abbiamo poi suffragato le nostre ambizioni non lasciando nulla al caso negli incontri successivi con squadre di apparente seconda fascia, formazioni che però in singola partita possono fare il colpo, come hanno visto proprio gli olandesi”.

Come ti è parso il livello medio?
“Ormai da anni regna un certo tipo di equilibrio, tutti sono cresciuti e il gap tra le prime e le altre si è notevolmente ridotto. Molte squadre possono disporre di elementi che hanno giocato a livello professionistico e che quando sono qua portano, oltre al loro valore, un certo modo di lavorare. Il livello sale e il movimento ne beneficia”.

Cosa ti è piaciuto di più in questa settimana di coppa per quanto riguarda la T&A?
“Abbiamo giocato sempre il nostro baseball ed è questo l’aspetto più positivo. Si è battuto tanto e non abbiamo snaturato le nostre caratteristiche, un dato confermato dalle statistiche”.

San Marino è risultata prima come media pgl nel girone emiliano con 1.50, prima come media battuta con 320 e con Pantaleoni (500) e Suardi (450) al primo e terzo posto della speciale graduatoria dei migliori battitori.

Anche in campionato, considerando che siamo già all’inizio del girone di ritorno, il bilancio non può che essere positivo…
“Quando finisci il girone d’andata al primo posto e senza aver mai perso un weekend, non si può non essere soddisfatti. È chiaro che si lavora sempre per migliorare, ma per adesso tutto sta andando bene”.

Vuoi citare qualche giocatore in particolare?
“Credo che in questo momento non ci sia una squadra come la nostra nella quale si viva una tale omogeneità. Sarebbe facile citare Bonilla per quanto fatto sul monte in gara1 oppure Avagnina e Vasquez in battuta, ma la nostra forza da una parte rimane che tutti i pitcher hanno dato il loro contributo e dall’altra che tutti i battitori hanno prodotto. In singola giornata ognuno si può elevare ed emergere come rendimento: quando qualcuno rende di meno, ecco che i compagni sopperiscono alla mancanza”.

Nel prossimo fine settimana si ricomincia da Nettuno…
“Noi cerchiamo di dare sempre la giusta carica, di tenere tutti sulla corda. Sappiamo che in questo inizio, come peraltro capitato all’andata, abbiamo in calendario scontri con tutte le squadre più forti. Novara e Godo arriveranno negli ultimi due fine settimana, ma attenzione: una delle nostre sconfitte è arrivata proprio con Novara e anche con Godo abbiamo rischiato. Il senso è che ogni partita farà storia a sé e anche con Nettuno sarà così, la chiave sarà cercare di spingere fin da subito sull’acceleratore e poi vedere come proseguiranno le partite”.

(nella foto, Mauro Mazzotti)

Altre notizie
di Icaro Sport
di Icaro Sport
Notizie correlate
di Icaro Sport
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna