sabato 15 dicembre 2018
In foto: Stasera gara1 al "Casadio", in diretta dalle 21 su RaiSport. Il manager neroarancio, Olenberger: "dovremo fare attenzione, perchè il Godo è cresciuto rispetto all'andata".
di    
lettura: 2 minuti
gio 9 giu 2011 09:13 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min 7
Print Friendly, PDF & Email

Si ricomincia. Dopo una settima di sosta, infatti, riparte il campionato e con esso una prima giornata di ritorno che vedrà la Telemarket iniziare la lunga volata verso i play off contro il Godo, per un derby che scatterà questa sera al “Casadio” (ore 21, con diretta su RaiSport) e proseguirà poi nella casa dei Pirati tra domani e sabato (sempre alle 21) – si legge in una nota della società riminese -. All’andata i neroarancio rifilarono ai Knights una tripletta senza discussione (due vittorie giunsero per manifesta) ma ora, a quasi due mesi di distanza, in casa riminese ci si aspetta un impegno di ben altra portata.

“E’ vero, non sarà una serie facile come quella dell’esordio – confessa Larry Olenberger – perché il Godo è cresciuto parecchio rispetto a quando lo abbiamo affrontato la prima volta ed è sicuramente una formazione più competitiva. Ecco perché, da parte nostra, dovremo dare il meglio di noi stessi e giocare al massimo delle nostre potenzialità”.

Rispetto alla pausa, il manager dei Pirati è altrettanto categorico: “Non mi è piaciuta, perché abbiamo bisogno di giocare con continuità per restare in forma e soltanto grazie alle partite ufficiali si può mantenere la giusta tensione per crescere. Le squadre impegnate nella prima fase di European Cup, per esempio, avranno il vantaggio di non aver mai staccato la spina. Al di là questo, comunque, ci siamo sempre allenati con costanza, restando fermi soltanto un paio di giorni durante il week end”.

La settimana di riposo ha consentito almeno alla Telemarket di recuperare Filippo Crociati, che ha ormai smaltito quasi completamente l’infortunio alla caviglia ed è pronto al rientro dopo più di un mese di assenza forzata. Rispetto ai tre partenti, invece, dopo aver provato la soluzione Di Roma in garauno contro Bologna, Olenberger tornerà alla rotazione classica, con Ruzic impegnato in pedana questa sera contro Rodriguez (2-4 il record con 3.79 di pgl per il dominicano del Godo), Marquez in garadue opposto presumibilmente ad Arismendi (2-3 e 6.5) e Patrone a chiudere il trittico sabato sera contro Galeotti (0-6 e 9.47). Il manager riminese si riserva invece di sciogliere soltanto all’ultimo momento il dubbio sullo straniero che dovrà accomodarsi nel dug out nella sfida inaugurale.

Su che cosa si aspetti da questa seconda parte di stagione, Olenberger è piuttosto chiaro: “In realtà, più che aspettarmi qualcosa, pretendo che la squadra migliori in ogni aspetto e che venga fuori, dimostrando il proprio valore. Questa è l’unica via da seguire se vogliamo guadagnare un posto nei play off. Abbiamo bisogno di vincere il maggior numero di partite possibile e nei prossimi tre turni dovremo portare a casa almeno sette successi, in modo da salire in classifica. Numeri a parte, dobbiamo sempre scendere in campo animati dalla convinzione di poter vincere tutte le partite da qui al termine della regular season, ma sempre pensando a una gara alla volta”.

A livello di squadra, la Telemarket si fa preferire ai ravennati in ogni reparto, a partire dall’attacco (.269 di media battuta contro il .205 del Godo), passando per il monte di lancio (3.18 il pgl dei neroarancio contro il 5.93 dei Knights), per finire con la difesa (24 errori commessi dai Pirati contro i 35 degli avversari). Individualmente, invece, il migliore nel box per la formazione del manager Fuzzi è il ricevitore Sanchez con un .300 tondo nel box, seguito da McClain (.269) e Bucchi (.232). L’ultimo arrivato Persichina, che ha preso il posto di Leveret, sta viaggiando a quota .250.

Arbitri dell’intera serie saranno Borselli, Leanza e Bastianello.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna