mercoledì 23 gennaio 2019
In foto: "Nessuno di noi vuole negare" e abolire l'accordo di Schengen "ma in circostanze eccezionali crediamo debbano esserci variazioni a cui abbiamo deciso di lavorare insieme". Lo ha detto il premier Silvio Berlusconi nella conferenza stampa seguita al vertice italo-francese a Villa Madama con Nicolas Sarkozy.
di    
lettura: 1 minuto
mar 26 apr 2011 13:52 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

“Un vertice positivo, molto positivo” ha detto Berlusconi, “da cui è emersa la forte convergenza su tutti gli argomenti affrontati: la situazione in Libia, del Mediterraneo, l’immigrazione la cooperazione economica e industriale tra i nostri due Paesi”.

Sulla Siria, un “appello forte” alle autorità di Damasco affinché “fermino la repressione violenta di dimostrazioni pacifiche” è stato lanciato oggi dal premier Silvio Berlusconi e dal presidente francese Nicolas Sarkozy.

Per quanto riguarda la Libia, l’impegno rafforzato dell’Italia in Libia non significa “bombardamenti” ma “interventi mirati su singoli obiettivi, non su centri di civili”. Lo ha sottolineato il presidente del Consiglio parlando della decisione italiana di incrementare l’impegno in Libia.

(Ansa)

Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna