lunedì 21 gennaio 2019
In foto: Tre le persone arrestate il 31 marzo a Milano dai carabinieri di Riccione. Le indagini erano partite in seguito a numerose denunce per furto in vari comuni della provincia di Rimini. La banda ne metteva a segno anche oltre 5 in una sola notte.
di    
lettura: 1 minuto
mar 5 apr 2011 16:50 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

In manette sono finiti Edmir Bruka (30 anni), Leandro Simoni (21 anni) e Ardian Prenga (34 anni), tutti albanesi e pregiudicati, in Italia senza fissa dimora.

I tre facevano parte di una banda dedita ai furti in appartamento nella provincia di Milano e lungo tutta la Riviera Adriatica, dall’Abruzzo alla Romagna.
Si introducevano nelle abitazioni per rubare denaro e oggetti preziosi ma anche televisori, computer, e auto di grossa cilindrata, utilizzate per gli spostamenti.
I carabinieri sono riusciti a rintracciarli grazie ai dati delle auto rubate e delle celle telefoniche delle località dove avvenivano i furti.

In una sola notte la banda ha messo a segno numerosi colpi nella provincia di Teramo, Pesaro-Urbino e Rimini, facendo poi ritorno alla base operativa di Milano.
La notte dell’arresto, tra il 30 ed il 31 marzo, la banda aveva messo a segno 5 furti. La refurtiva, per un valore di oltre 60.000 euro, è stata in parte sequestrata e in parte restituita alle vittime.
Si tratta di un’Alfa Romeo 166, 6 computer portatili, 14 telefoni cellulari, 2 orologi, 3 macchine fotografiche digitali, 2 televisori al plasma, consolle playstation, monili in oro e quadri per un valore complessivo di oltre 4.000 euro, oltre 2.000 euro in contanti.

I tre ora sono nel carcere milanese di san Vittore. Le indagini, coordinate dal PM riminese Marino Cerioni, continuano per identificare altri complici e i canali di ricettazione della refurtiva.

Notizie correlate
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna