mercoledì 23 gennaio 2019
In foto: Perseguitata per un anno e mezzo dall'ex, una giovane ha trovato la forza per denunciare ai carabinieri le violenze subite. I militari hanno così arrestato un 30enne, originario di Cesena ma residente a Rimini e titolare di un negozio di telefonia.
di    
lettura: 1 minuto
lun 11 apr 2011 08:23 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

L’uomo da mesi perseguitava la ex fidanzata con minacce e percosse tanto che la ragazza a gennaio si era rifugiata a Napoli dai genitori. Nell’ospedale della città partenopea, oltre a varie ferite, le era stata diagnosticata anche una sindrome ansioso depressiva. Nonostante tutto aveva deciso di tornare a Rimini dove l’uomo era tornato però a perseguitarla con telefonate, sms, agguati al lavoro e sotto casa e minacce di morte. Solo nel mese di marzo la giovane è riuscita a denunciare le violenze subite ai carabinieri. Il 30enne, che era arrivato a puntare un coltello alla gola della ragazza e a cercare di soffocarla con uno strofinaccio, si trova ora nel carcere dei Casetti.

Una 40enne affetta da disturbi psichici è stata invece ricoverata in ospedale. Sabato aveva minacciato il marito con un coltello da cucina dopo avergli spaccato un bicchiere in testa. A fermarla la polizia che poi la ha affidata alle cure dei sanitari.

Altre notizie
di Redazione
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna