lunedì 21 gennaio 2019
In foto: Il sindaco di Rimini difende, dati alla mano, Capodanno Rai e Notte Rosa. Parole velenose per Attilio Gardini, "cattivo consigliere" che "rema quasi sempre contro, salvo che non si tratti di fenomeni messi sotto il suo diretto studio".
di    
lettura: 2 minuti
mar 5 apr 2011 19:19 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

“Il professor Attilio Gardini (vedi notizia)si sofferma su tre eventi svolti nella città di Rimini: il Capodanno, la Notte Rosa e le grandi mostre di Castel Sismondo – si in una nota di Alberto Ravaioli. – La tesi sostenuta dal professore è che Capodanno e Notte Rosa rappresentano manifestazioni da abbandonare, o quantomeno da modificare, mentre le mostre di Castel Sismondo hanno valenze e caratteri positivi Gardini cita anche il fatto che altre località, “da Cervia in su”, raggiungerebbero risultati turistici molto superiori a quelli della nostra realtà”.

“Risulta quantomeno stravagante questo pensiero economico da parte di un docente universitario della nostra realtà – attacca Ravaioli – il quale notoriamente fa parte degli studiosi che analizzano i dati e i fenomeni turistici. Non possiamo fare a meno di notare che nelle sue esternazioni si contraddistingue quasi sempre per remare contro, salvo che non si tratti di fenomeni o eventi messi sotto il suo diretto studio o la sua lente di ingrandimento”.

Poi il sindaco di Rimini passa alla difesa degli eventi in questione: “Facciamo notare che l’Amministrazione comunale ritiene i tre eventi, tutti, importanti manifestazioni turistiche della nostra realtà, che hanno dimostrato nel tempo i loro risultati positivi sul piano economico e occupazionale (ad esempio si stimano per il periodo di Capodanno 500 hotel aperti a Rimini rispetto ai 200 annuali, con oltre 2500 occupati in più), incontrando il gradimento della totalità delle categorie economiche.

D’altra parte l’Amministrazione comunale non ha mai chiuso le porte a suggerimenti e osservazioni costruttive che comunque non portassero, nel concreto, a una paralisi organizzativa.

Per quanto riguarda gli indici di crescita, i dati ci ricordano che siamo al nono posto della classifica di Unioncamere per PIL per abitante (oltre 31mila euro), e Rimini gode di una fama di città attiva, innovativa e intraprendente. Il 2010 ha chiuso a Rimini con il segno ‘più’ sia in termini di presenze (con un notevole aumento degli stranieri), sia in termini di arrivi, pur in un contesto estremamente difficile sia a livello nazionale che internazionale”.

In conclusione, un pensiero al prossimo sindaco con una stoccata finale a Gardini: “Facciamo gli auguri ai prossimi amministratori – scrive Ravaioli – perché possano continuare nella scia del cammino intrapreso con queste o nuove idee, certamente però non seguendo le ‘indicazioni’ dei cattivi consiglieri”.

In chiusura il sindaco di Rimini riporta alcuni dati:

“Notte Rosa: 2 milioni di partecipanti lungo i 110 chilometri di costa emiliano-romagnola; circa 200 eventi, fra grandi e piccoli, in programma nella città di Rimini. Giro d’affari complessivo stimato in 150milioni di euro. Nel 2010 la “Notte Rosa” in un giorno feriale e il successivo prolungarsi di eventi nel weekend hanno consentito di sfondare la barriera dei 2 milioni di partecipanti. In termini di promozione e di comunicazione, un evento come la Notte Rosa ha un valore stimato di 9 milioni di euro.

Capodanno Rai. Otto edizioni de “L’anno che verrà” in continuo trend di crescita. Nel 2010 punte di 50.000 persone in piazzale Fellini, 5 milioni e mezzo di telespettatori, share oltre il 38%, picchi di 12 milioni a cavallo di mezzanotte, 500 alberghi aperti, con percentuali di riempimento vicine al tutto esaurito”.

(Newsrimini)

Altre notizie
di Redazione
FOTO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna