mercoledì 23 gennaio 2019
In foto: Sono almeno 60 le persone uccise oggi durante le manifestazioni in Siria, il bilancio più alto in cinque settimane di proteste anti-governative. Lo riferisce la Bbc citando dimostranti.
di    
lettura: 1 minuto
ven 22 apr 2011 19:04 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Per la prima volta dall’inizio delle proteste la piattaforma di attivisti e dissidenti che a livello locale organizza la mobilitazione ha emesso un comunicato congiunto in cui si chiede la fine del monopolio del Baath, il partito al potere da quasi mezzo secolo, e l’instaurazione di un sistema politico democratico. Le proteste sono state convocate sui social network in tutte le città siriane.

A MIGLIAIA MANIFESTANO ANCHE AD ALEPPO -Migliaia di siriani sono scesi in piazza a manifestare oggi anche ad Aleppo, seconda città siriana e a nord di Damasco. Lo riferiscono i siti di monitoraggio Rassd e Now Syria che trasmettono anche su Twitter. Citando testimoni oculari, i siti precisano che il corteo di dimostranti si è diretto verso la centrale piazza di Salah ad-Din (Saladino), mentre un numero imprecisato di agenti in borghese delle forze di sicurezza ha fatto irruzione nella moschea Amina della città, malmenando i fedeli anche all’interno della sala di preghiera. Altri testimoni riferiscono di decine di manifestanti arrestati ad al Bab, sobborgo settentrionale di Aleppo.

Altre notizie
di Redazione
studente derubato a scuola

Furto a scuola: diciottenne arrestato

di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna