martedì 22 gennaio 2019
In foto: Una forte scossa di terremoto si è appena registrata in Giappone con epicentro nella prefettura di Miyagi, dove è stato lanciato un allarme tsunami fino a 2 metri.
di    
lettura: 1 minuto
gio 7 apr 2011 17:25 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

NHK, TECNICI ALLONTANATI DA FUKUSHIMA – I tecnici al lavoro presso la centrale nucleare di Fukushima n.1 sono stati allontanati per motivi precauzionali. Lo riferisce la tv pubblica Nhk.
GOVERNO VALUTA BREVE RITORNO A CASA PER EVACUATI – Il governo nipponico valuta l’ipotesi di concedere alle persone evacuate dalle aree intorno alla centrale nucleare di Fukushima di tornare, sia pure brevemente, alle proprie abitazioni. Lo ha confermato in conferenza stampa il capo di gabinetto, Yukio Edano, in relazioni alla sempre piu’ pressante richiesta di poter rientrare per recuperare oggetti di valore e altri beni necessari, a distanza di quasi un mese dalla crisi presso l’ impianto danneggiato dal sisma/tsunami dell’11 marzo. Edano, tuttavia, ha spiegato che governo ed esperti nucleari stanno attualmente studiando come garantire la massima sicurezza contro il rischio radiazioni. Il governo ha disposto l’evacuazione nel raggio di 20 km per evitare ogni contaminazione, piu’ altri 10 km di area di rispetto.

AVVIATI INDENNIZZI – La Tepco, il gestore della centrale nucleare di Fukushima, versera’ a titolo di indennizzo iniziale 1 milione di yen (circa 8.300 euro) a ogni famiglia costretta ad evacuare nei dintorni dell’impianto colpito pesantemente dal sisma/tsunami dell’11 marzo. E’ quanto riferisce la tv pubblica giapponese, la Nhk, in relazione alla misura compensativa a favore delle 80.000 persone costrette ad abbandonare le rispettive abitazioni nel raggio di 20 km dalla centrale a causa del rischio radioattivo. Il ministro dell’Industria, Banri Kaieda, ha ribadito che la Tepco debba procedere ai risarcimenti ”quanto prima. Penso che la compagnia debba farsi carico delle responsabilita’ per i danni causati dall’incidente alla centrale”, ha osservato. Secondo il portavoce del governo, Yukio Edano, l’industria della pesca, ultima a essere colpita dall’incidente soprattutto a causa dello scarico in mare di acqua con livelli di radioattivita’ diversi, ”sara’ ovviamente inclusa nella compensazione” (ANSA)

Altre notizie
di Roberto Bonfantini
Notizie correlate
di Silvia Sanchini
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna