mercoledì 23 gennaio 2019
In foto: Con due incontri si apre domani, in occasione della 13esima edizione della Settimana della Cultura, la rubrica Freschi di tesi, studi sul patrimonio riminese, un’opportunità per giovani neo-laureati di esporre a un largo pubblico le proprie tesi magistrali e specialistiche su vicende del patrimonio artistico della città oggetto dei loro studi.
di    
lettura: 1 minuto
ven 15 apr 2011 15:42 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Ad aprire la rubrica, domani alle 17, sarà Eleonora Gessaroli con la presentazione del suo lavoro dal titolo “Requisire Rimini”: le spoliazioni napoleoniche. A seguire Silvia Monetti, che partendo dall’analisi della Veduta del Pantheon, un dipinto di recente acquisizione della Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini, ricostruisce nel percorso della sua tesi di laurea dal titolo “In porticu celeberrimi Templi Pantheon”: il monumentum ideato da Francesco Gualdi nel 1646.

Domenica 17 Aprile, sempre alle 17, toccherà a Sara Masinelli, laureatasi con la tesi Il Cristo in Pietà del Museo della Città di Rimini.
A seguire Giulia Lazzarini e Andrea Serrau, insieme a Michela Misirolli, “Progetti di restauro e valorizzazione delle pitture murarie a Rimini tra XIII e XIV secolo”.

Le conversazioni, a ingresso libero, avranno luogo nella Sala del Giudizio al Museo della Città, via L. Tonini 1.

Il calendario della settimana prevede inoltre domenica 17 aprile alle 11.00 e 15.15 la visita guidata al sito archeologico della Domus del chirurgo. Costo: euro 4.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna