lunedì 21 gennaio 2019
In foto: Nell'occasione sarà organizzata, insieme alla Caritas, una colletta alimentare per raccogliere generi alimentari per le famiglie in difficoltà. Il Circuito Minibasket Valmarecchia partecipa alla campagna contro il razzismo "Vorrei la pelle nera", indetta dalla FIP.
di    
lettura: 2 minuti
ven 15 apr 2011 18:35 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Domenica 17 Aprile, a partire dalle 15.30, nel piazzale antistante la concessionaria
Mercedes AutoPronti a Santarcangelo, si disputerà la terza tappa del Circuito Minibasket
Valmarecchia riservato alla categoria Scoiattoli 2002/2003 organizzato dalla Scuola Minibasket
Valmarecchia in collaborazione con Angels Santarcangelo, Villanova Tigers e Bellaria Basket – si legge in una nota dell’organizzazione -.

Negli ampi spazi messi a disposizione dall’AutoPronti, che inoltre regalerà a tutti i
bambini una divisa personalizzata, si potranno allestire 3 minicampi dove 12 Centri Minibasket
della Provincia di Rimini (Santarcangelo 1 e 2, Poggio Berni, Bellaria, Villa Verucchio, Happy
Rimini, San Mauro Pascoli, Savignano, Pennabilli, Novafeltria e le new entry IBR e Pol. Stella)
si sfideranno in appassionanti partite di 4 contro 4 ed in una megagara di tiro tra tutti gli oltre
150 bambini attesi.

Al termine non ci saranno premiazioni in base alla classifica, ma distribuzione a tutti i
presenti di gadget offerti dagli sponsor ed un Piada&Nutella Party.

In occasione dell’evento sarà organizzata, in collaborazione con la Caritas di
Santarcangelo, una colletta alimentare per raccogliere generi alimentari da destinare alle
famiglie in difficoltà del comune di Santarcangelo.

Il circuito, che gode del patrocinio del Comitato Provinciale della FIP, terminerà a
Pennabilli il 21 Maggio con una grande Festa alla quale è prevista la partecipazione di 20 Centri
Minibasket della Romagna, delle Marche e della Toscana.

Il Circuito Minibasket Valmarecchia, nella terza tappa in programma a Santarcangelo Domenica 17 Aprile, partecipa alla campagna contro il
razzismo indetta dalla FIP “Vorrei la pelle nera”.

VORREI LA PELLE NERA per potermi riconoscere al fianco di Abiola Wabara come un fratello, come una sorella, e farle sentire tutta la mia solidarietà.
VORREI LA PELLE NERA per capire fino in fondo il suo dolore, lo sdegno e la frustrazione che la assalgono.
VORREI LA PELLE NERA per essere come lei e gridare al mondo la nostra voglia di libertà.
VORREI LA PELLE NERA per non essere come loro, per non confondermi con loro, per sentirmi, io si, diverso da loro.
VORREI LA PELLE NERA, rossa, verde, gialla. Vorrei avere la pelle di tutti i colori dell’anima, perché ciò non accada più.

Inoltre, domenica pomeriggio prima dell’inizio delle gare, sarà possibile per i bambini colorare la propria pelle con un segno nero, ben visibile, in rappresentanza dei colori di tutte le etnie, per sentirci tutti uguali.

(nella foto, Abiola Wabara)

Altre notizie
Calcio D girone F

Santarcangelo-Isernia 1-2

di Icaro Sport
di Icaro Sport
di Icaro Sport
Notizie correlate
di Icaro Sport
di Roberto Bonfantini
di Icaro Sport
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna