giovedì 17 gennaio 2019
In foto: E' cominciata a Milano l'udienza del processo per la compravendita dei diritti televisivi di Mediaset che vede in aula il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.
di    
lettura: 1 minuto
lun 11 apr 2011 15:07 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Il premier, tra gli imputati al processo Mediaset, per la prima volta ha preso parte all’udienza dibattimentale davanti ai giudici della prima sezione penale del tribunale. Due settimane fa aveva seguito l’udienza preliminare del caso Mediatrade. “Ho passato una mattinata surreale”. Ha affermato il presidente del Consiglio.
Berlusconi ha quindi aggiunto: “Ho passato una mattinata surreale ai limiti dell’inverosimile, una perdita di tempo paradossale con un dispendio di risorse generali che grida vendetta”. “Tutto – ha aggiunto – è sul nulla perché non c’é una prova non c’é un documento e una testimonianza di un passaggio di denaro a sostegno delle tesi del pubblico ministero che sono solo frutto della sua fantasia”.

Berlusconi, fuori dal Tribunale, ha cominciato a spiegare ai suoi sostenitori quanto accaduto in udienza: “Abbiamo sentito alcuni testimoni – ha detto il premier parlando con un microfono – vengo via con una sensazione drammatica di perdere tempo”.
“Si tratta di processi incredibili, fatti solo per gettare fango su un avversario”, ha aggiunto Berlusconi.

Voglio dirvi una parola soltanto, sono commosso di questa vostra partecipazione. Secondo i dati che mi hanno fornito, è la 2605ma udienza nei processi in cui sono stato chiamato. Sapete che sono in 31 processi sono stato assolto. Ce ne sono ancora 6. Stamani ho sentito dei testi, ne vengo via con un’impressione abbastanza drammatica”.
‘Vi ringrazio del sostegno e della fiducia che mi date, vi assicuro che me la merito tutta”. Questo il commiato del presidente del Consiglio ai suoi sostenitori. (ANSA)

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna