Basket. Immobiliare Spiga sconfitta dall’Assigeco (72-74)

Rimini Sport

8 aprile 2011, 20:34

in foto: I Crabs toccano il massimo vantaggio sul +11 (53-42), poi si impiantano. E Lodi, spinta da Simoncelli e Chiumenti, vincono.
Il tabellino.

Le emozioni più belle dell’anticipo TV tra Immobiliare Spiga e Assigeco sono tutte prima della palla a due, con lo striscione di ringraziamento ai ragazzi di Caja per la stupenda annata (con i play off già in tasca a quattro turni dal termine) srotolato dalla curva biancorossa durante l’inno di Mameli cantato dal Coro della Scuola Media Bertola e con quel lungo, commovente applauso dedicato all’ex Rimini Giancarlo Sacco, pragmatico tecnico del Casalpusterlengo che sotto l’Arco d’Augusto ha lasciato un ottimo ricordo.
In campo i “granchi” non onorano lo striscione dei loro sostenitori. La differenza la fa allora la diversa fame di punti.

Tanti errori nel primo parziale, con i Crabs costretti a inseguire nei primi minuti: 7-12 al 7′. Sul 9-15 Lodi si ferma e Rimini impatta con Gurini a -19″ e mette la freccia del sorpasso con un tap-in di Foiera sul suono della prima sirena (17-15).

Il momento no dell’Assigeco continua in avvio di secondo parziale, con Tomassini che con una tripla completa un break di 11-0 che fa toccare ai biancorossi il +5 (20-15). Gli ospiti si sbloccano, con Simoncelli (20-18 al 12’30”). Ma inizia il Vukcevic show. Il capitano biancorosso segna due triple in sequenza, poi un canestro da due ed un 2+1. Ed il tabellone segna 33-26 al 16’10”. Cinque punti di fila di Piazza fanno toccare all’Immobiliare Spiga il +10 (38-28). In chiusura di secondo parziale sono però i padroni di casa ad addormentarsi. E Casalpusterlengo ricuce fino al 38-35 (con un tap-in di Boykin sul suono del secondo gong) dell’intervallo lungo.

Il terzo quarto inizia bene per Rimini: tripla di Foiera, gli unici quatro punti di Roderick e l’unico punto di Lollis, insieme a una tripla di Tomassini, portano i biancorossi al massimo vantaggio: +11 sul 53-42 a poco più di due minuti dal 30′. Ma è proprio sul più bello che si spegne la luce in casa biancorossa. A cavallo tra la fine della terza frazione e l’avvio dell’ultima Simoncelli (con sette punti) e Chiumenti (con quattro) confezionano il break di 11-0 che resetta tutto (53-53 a -9’16”). La bomba di Filloy (56-53) è il canto del cigno riminese. Perché Marigney e Bertolazzi (con cinque punti di fila) incanalano il match (56-61). Ancora due conclusioni pesanti di Simoncelli, con in mezzo una persa che vale due punti facili a Venuto, segnano l’allungo lodigiano (61-69 a -1’32”). Foiera prova a riaprire il match (67-69 a -50″), Marigney fa 1/2 dalla lunetta. Ma Filloy e Gurini falliscono i due tentativi del pareggio. Marigney fa 2/2 ai liberi (67-72 a -20″), Piazza in entrata riporta a distanza di tripla i suoi (69-72) e l’Assigeco sbaglia la rimessa, con 11″ da giocare. Filloy fa 2/2 ai liberi (71-72 a -10″), imitato da Marigney (71-74 a -4″). Vukcevic va in lunetta a 3″ dal gong: sbaglia il primo e infila involontariamente il secondo. Finisce così 72-74.

Per l’Assigeco due punti che sono ossigeno puro in chiave salvezza. Per i Crabs un venerdì sera da dimenticare.

(nella foto di Roberto Masi, lo striscione dei tifosi dei Crabs)

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454