mercoledì 17 luglio 2019
menu
In foto: 25-21, 13-25, 25-22 e 25-20 i parziali dei quattro set.
di    
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 20 mar 2011 10:31 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Si arrende a Padova la truppa di Morolli, al cospetto della formazione che la precedeva di un punto in classifica e che con questa vittoria può dire di aver praticamente chiuso il discorso salvezza -si legge in una nota della società-.

Viserba parte con il sestetto collaudato degli ultimi mesi: Carnesecchi in diagonale con Parenti, centrali Peroni e Pironi e laterali Bulgarelli e Masoni. Il libero è Corelli.
Il set è subito combattuto, con le ospiti che chiudono in vantaggio i due time out tecnici (6-8 e 14-16) e con Bulgarelli bene in difesa e Masoni a spadroneggiare in attacco. Poi, però, Padova si riprende e piazza un 5-1 che pesa fino al 20-18. Morolli chiama tempo e al rientro Viserba subito pareggia 20-20, ma Padova riparte per il rush finale e chiude 25-21, con Masoni lasciata troppo sola in attacco.

La strigliata del coach riminese nella pausa deve aver avuto un buon effetto, infatti, al rientro in campo, c’è solo Viserba sul taraflex. Le ospiti arrivano tranquillamente al 4-8 e al 7-16, con tutte le attaccanti a regime e un’ottima difesa. Viserba continua così tutto il periodo e vince il II set 13-25.

Le buone notizie per le rivierasche finiscono qui.
Il terzo set è inizialmente combattuto 8-6, ma Viserba sbaglia molto e questo darà il via alla fuga patavina (16-9 al time out tecnico). Le ospiti cominciano a sciorinare una pallavolo migliore e recuperano con Parenti, Pironi e Masoni scatenate fino al 21-20. Poi, ancora la maledizione degli errori gratuiti rende la fine del set favorevole alle padrone di casa che chiudono 25-22.

Viserba ci prova. Pironi è una sentenza con le fast servitele da Carnesecchi e la squadra ha un abbrivio favorevole (7-8 e 10-14 i vantaggi), ma poi la luce si spegne e gli attacchi sbattono frequentemente contro il muro avversario. Padova mette la freccia e sorpassa sul 16-15. Da qui in poi le padovane prenderanno alcuni punti di vantaggio che dilateranno fino al 25-20.

In conclusione un solo set giocato bene è troppo poco per strappare punti in veneto. In tutte le occasioni dove c’era da stringere i denti, hanno avuto la meglio le più concrete padovane, che con 14 muri punto hanno messo una museruola ben stretta alle ambizioni viserbesi.

Masoni per le ospiti e Disarò per le padrone di casa le migliori in campo.

Prossimo appuntamento per Viserba, in casa, sabato 26 Marzo alle ore 18.00 contro Verona.

IL TABELLINO

POLICART PADOVA – PRETELLI GREENLINE VISERBA 3-1 (25-21, 13-25, 25-22, 25-20)

POLICART PADOVA: Gastaldello 1, Casari 15, Disarò 16, Fenice 12, Belfiglio 10, Azzi 1, D’ambros lib1, Arboit lib2, Maniero n.e., Manfrin 0, Carli 8, Zamuner n.e.

ALL.RE Mariella Cavallaro

Battute Vincenti 6, Battute Sbagliate 15, Muri 14, Errori 17.

PRETELLI GREENLINE VISERBA: Montironi n.e., Bulgarelli 8, Pironi 14, Carnesecchi 3, Pizzoccheri n.e., Peroni 2, Corelli lib, Pini n.e., Filanti n.e., Masoni 23, Parenti 15, Arcangeli 0.

ALL.RE Luigi Morolli

Battute Vincenti 2, Battute Sbagliate 11, Muri 3, Errori 19 .

ARBITRI: Montironi e Jacobacci

DURATA INCONTRO: 1 ora e 55 min. SPETTATORI: 150

Notizie correlate
di Icaro Sport   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna