venerdì 22 febbraio 2019
In foto: L'usura parla anche egiziano. I Carabinieri di Riccione e Morciano hanno effettuato due arresti per concorso in usura e ricettazione nei confronti di due imbianchini egiziani di 29 e 32 anni residenti a Rimini.
di    
lettura: 1 minuto
sab 19 mar 2011 11:10 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Denunciato un terzo complice, un connazionale 38enne. Gli arresti sono partiti dalla denuncia di due fratelli ristoratori di San Clemente che, trovandosi in difficoltà finanziarie, si erano fatti prestare prima 6.000 €, poi altri 10.000 sempre con tassi usurari. Domenica scorsa i due imbianchini, non avendo ricevuto il denaro, sono andati al ristorante dove, minacciando ritorsioni, hanno preteso la consegna di 1.000 euro per poi “accontentarsi” dei 350 euro incasso della serata. I Carabinieri li hanno poi fermati in un successivo appostamento al ristorante, dove erano andati per ritirare una nuova rata. Nella perquisizione domiciliare, sono stati trovati assegni e appunti che confermano l’attività di usura.

Altre notizie
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna