giovedì 17 gennaio 2019
In foto: Le compravendite immobiliari riprendono ritmo, sbloccate in particolare dai prezzi che continuano a calare. Lo rileva l'analisi sul secondo semestre 2010 di Tecnocasa, che in provincia di Rimini rappresenta l'11 % del mercato immobiliare.
di    
lettura: 1 minuto
gio 31 mar 2011 19:31 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Il meno 4,4% dei valori degli immobili riminesi è il calo più forte registrato in Regione, e porta a un meno 19% nel giro di due anni. Ma è proprio grazie ai prezzi più accessibili che le compravendite sono aumentate. Soprattutto nel capoluogo, oltre 1.600 compravendite nel semestre in Questione con un più 15%, mentre in provincia si registra ancora un leggero calo.

Alcuni trend. in centro storico a Rimini molti uffici si sono convertiti in appartamenti per studenti: la singola va dai 250 ai 300 euro al mese. Il mercato è vivace in zona Lagomaggio e tiro a Volo. L’usato in zona Lagomaggio va dai 1.600 ai 2.600 euro al metro, il nuovo tra i 3.000 e i 3.300.
La maggior parte delle compravendite riguarda famiglie in cerca della casa principale, le dimensioni più richieste sono tra 60 e 90 metri quadri. Nel mercato delle seconde case, c’è richiesta in particolare a Riccione, dove le quotazioni sono in crescita: in zona centrale si arriva ai 7.500 euro a metro quadro. Stabili i prezzi di Misano, Cattolica e Bellaria. Quanto all’entroterra, si vendono più immobili nella fascia più interna, dove i prezzi sono scesi prima.

Analizzati anche i trend del credito. I tassi più stabili, grazie all’intervento della Banca Centrale Europea, hanno incoraggiato gli acquirenti, ma le banche spesso sono ancora diffidenti nell’erogare prestiti. Calano i volumi erogati: -6% a Rimini: dato, però, tra i più contenuti.
(Newsrimini.it)

Altre notizie
Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna