mercoledì 23 gennaio 2019
In foto: "Le favorite? Sono convinto che sarà una stagione incerta, con l’accesso ai playoff che si deciderà solo nelle ultime partite. Il nostro primo obiettivo è vincere" dice l'ex Pirata.
di    
lettura: 2 minuti
mar 29 mar 2011 12:38 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Si avvicina il playball della stagione 2011 e la T&A è in piena fase di allenamenti e partite
amichevoli, il tutto per trovare la giusta forma in vista del primo weekend di campionato – si legge in una nota della società sammarinese -. Tra chi si sta impegnando sul diamante c’è anche qualche volto nuovo per l’ambiente sammarinese come Lorenzo Avagnina, pochi chilometri per il suo trasferimento da Rimini e occhi ora aperti su una
nuova avventura tutta da vivere.

Lorenzo, come si trova a San Marino?
«Molto bene. Non siamo ancora al completo ma chi c’è si sta impegnando al massimo e si sta allenando con buona lena. Peccato per il tempo che in qualche occasione ci ha impedito di allenarci con regolarità, ma tutto sommato stiamo procedendo bene. Da parte mia, dopo l’operazione del novembre scorso al gomito, non sono ancora al 100%, ma mi sento comunque molto meglio fisicamente rispetto a prima».

Cosa pensa della squadra?
«Ormai ci si conosce tutti, al di là di qualche ragazzo straniero nuovo che arriverà nei prossimi
giorni. Nel roster abbiamo un paio di veterani che non fanno mai male, ma anche dei giovani molto promettenti che possono fare bene. La squadra è molto buona, in più c’è uno staff tecnico più che completo con l’aggiunta ulteriore quest’anno del ruolo da general manager di Mauro Mazzotti, che aiuta molto».

Vi siete dati degli obiettivi all’interno del gruppo?
«Adesso è difficile dire in che posizione si possa arrivare in classifica, ma di certo il primo obiettivo è vincere. Poi si vedrà, non si può mai sapere, intanto però sicuramente si parte con quell’idea».

Che tipo di campionato si aspetta?
«In giro ho visto buoni acquisti. L’anno scorso la Ibl si è rivelata prima in Europa anche grazie ai
risultati ottenuti dalla Nazionale e dalle squadre di club nella Coppa. Il livello è buono, i giocatori vengono volentieri e questo non può che fare bene a tutto l’ambiente. Le favorite? Sono convinto che sarà una stagione incerta, con l’accesso ai playoff che si deciderà solo nelle ultime partite e con grande equilibrio generalizzato. Non vedo l’ora di cominciare».

(nella foto, Lorenzo Avagnina)

Notizie correlate
di Icaro Sport
FOTO
Mostra sulle ludopatie

Fate il nostro gioco

di Redazione
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna