lunedì 19 agosto 2019
menu
In foto: Ad Ancona quarti posti per Giulia Sammarini (nel salto in lungo) e Chiara Benedettini (nel salto in alto).
di    
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 23 mar 2011 08:04 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Due quarti posti, altri piazzamenti individuali ma soprattutto tanta preziosa esperienza in prospettiva futura. E’ quanto ha raccolto la rappresentativa della Federazione Sammarinese Atletica nel 1° Trofeo “Ai confini delle Marche“,
manifestazione indoor per selezioni provinciali categorie cadetti/cadette (under 16) svoltasi domenica 20 marzo al Palaindoor “Banca Marche Palas” di Ancona, organizzata dal comitato regionale Fidal Marche – si legge in una nota della Federazione Sammarinese Atletica -. A darsi battaglia nell’appuntamento di chiusura della stagione al coperto complessivamente 13 squadre: oltre a quella dell’Antica Repubblica, erano presenti i team di Ancona, Ascoli Piceno, Fermo,
Macerata, Pesaro Urbino, Teramo, Pescara, Rieti A e B, Perugia, Arezzo e Rimini.
Dieci le gare in programma (sia maschili che femminili): corse: metri 60, 200, 600, 60 ostacoli, staffetta 4×200; salti: alto, lungo, triplo; lanci: peso; marcia pista km. 3.
Erano 13 i giovani atleti (8 ragazze e 5 maschi) che nell’occasione hanno difeso i colori biancazzurri, accompagnati dal tecnico Stefano Casali e dai dirigenti Linda Burgagni e Guglielmo Masia, membri del consiglio direttivo della Federazione.
I risultati migliori in chiave sammarinese sono venuti dai salti femminili, dove Giulia
Sammarini ha sfiorato il bronzo nel salto in lungo, terminando quarta con la misura di
4,36 m, tre centimetri in meno della teramana Claudia Berilli (vittoria della riminese Federica Giovanardi con 4,65). Stesso piazzamento ai piedi del podio per Chiara Benedettini nel salto in alto, superando l’asticella a 1,46, con la terza classificata a 1,49 (Giulia Andreozzi di Macerata).
Nel triplo invece settima posizione per Alessia Fontanella, saltando 8,44 metri, mentre Sara Andreani ha chiuso sesta nel lancio del peso da 3 kg con una spallata da 7,95 metri. Anche Anna Santi nei 3 km di marcia ha chiuso al 6° posto (21’41”39), con identico piazzamento per Chiara Di Lorenzo nei 600 metri (1’55”07 il suo tempo). Virginia Maria Rossi ha chiuso decima sui 60 ostacoli (12”28), sui 200 metri Chiara Giardi è risultata undicesima (32”52), mentre l’ottavo posto ha centrato la staffetta 4×200 rosa formata da Giulia Sammarini, Chiara Di Lorenzo, Alessia
Fontanella e Virginia Maria Rossi (2’02”23).
In campo maschile hanno guadagnato il sesto posto sia Massimiliano Mularoni nel salto in alto (1,52 la misura) che Mattia Casali nel lungo (4,79). Settimo posto nei 60 ostacoli per Alessandro Gasperoni, classe ’97 (11”48), 12° per Francesco Toccaceli nei 200 metri (corsi in 29”64) e 13° infine per Francesco Santi nei 600 (1’59”24).

Anche la staffetta 4×200 (Casali-Mularoni-Gasperoni-Toccaceli il quartetto) ha chiuso al 13° posto con il tempo di 1’56”45.
In base alla somma dei punteggi ottenuti la rappresentativa del Titano è risultata ottava nella classifica finale per provincie del 1° trofeo “Ai confini delle Marche”, andato alla formazione A di Rieti, davanti ad Ancona, Fermo, Ascoli Piceno e Macerata.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna