Indietro
menu
Politica Rimini

Viserba Comune: prosegue l'iter per la richiesta di un referendum

In foto: Lo scorso 2 novembre è stata depositata in Regione la documentazione prevista per il primo passaggio burocratico verso il referendum per il Comune di Viserba, comprese le 350 firme raccolte tra i cittadini interessati.
di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
dom 7 nov 2010 15:30 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

“Entro il 15 dicembre – spiega l’avvocato Eugenio Giulianelli, presidente del Comitato – la commissione preposta ci dovrà comunicare la regolarità delle procedure svolte finora. Si potrà così procedere alle fasi successive, prima fra tutte la raccolta di almeno 5mila firme.”

La presentazione dell’iniziativa:

Il Comitato Promotore per il “Nuovo Comune di Viserba” (comprendente le frazioni di Rivabella, Viserba, Viserbella, S. Martino in Riparotta , Orsoleto, Case Nuove) ha effettuato la prima raccolta di firme in due fine settimana di settembre (11/12 e 18/19) nelle piazze di Viserba, Viserbella e Rivabella. Il primo obiettivo, che prevedeva la raccolta di almeno 350 firme, è stato facilmente raggiunto, grazie a cittadini d’ogni età e professione che hanno aderito entusiasticamente all’iniziativa di apporre la propria firma.
Il presidente del comitato Eugenio Giulianelli e altri rappresentanti del Comitato il 2 novembre 2010 hanno consegnato il tutto alla sede della Regione, come previsto dalla legge regionale dell’Emilia-Romagna n. 24 del 1996.
Successivamente, entro 10 giorni dal deposito, il responsabile dell’Amministrazione Regionale verificherà la regolarità delle firme raccolte e le trasmetterà alla commissione competente per tale procedimento, la quale, entro 30 giorni, deciderà in merito all’ammissibilità.
In seguito verranno depositati i moduli per la raccolta delle ulteriori firme.
A questo punto, entro sei mesi dal timbro di validità del primo modulo, bisognerà raccogliere 5mila firme per avanzare richiesta del referendum.
Importante è sapere che al referendum potranno partecipare solo i cittadini residenti nel territorio interessato e cioè il raggruppamento di 12 fogli catastali, pari a 4,78 chilometri quadrati, che comprende le frazioni di Rivabella, Viserba, Viserbella, San Martino in Riparotta, Orsoleto, Case Nuove (18.886 abitanti, il 13 % di quelli di Rimini).

Notizie correlate
di Maurizio Ceccarini