Indietro
menu
Nazionale Politica

Usa. Le elezioni di midterm sorridono ai Repubblicani. A loro la Camera

In foto: I repubblicani americani hanno conquistato una solida maggioranza di seggi alla Camera dei rappresentanti nelle elezioni di medio termine, sferrando un duro colpo al presidente democratico Barack Obama e alla sua futura capacità di far passare un'agenda riformista.
di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 3 nov 2010 13:20 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Con i risultati ancora non completi, i democratici hanno però mantenuto di misura il controllo del Senato, nonostante i sei seggi perduti, alcuni dei quali andati agli ultraconservatori repubblicani del movimento Tea Party. Sospinto dal malessere generato dalla crisi economica, il Grand Old Party (Gop, come viene anche chiamato il partito repubblicano) ha strappato almeno 60 seggi ai democratici alla Camera (l’ultimo conteggio assegna loro 239 seggi contro 183), e ora hanno un nuovo speaker, John Boehner. Obama si è congratulato telefonicamente con lui, auspicando che con i repubblicani si possa trovare “terreno comune” per il bene degli americani.

n palio c’erano tutti i 435 seggi della Camera dei rappresentanti, 37 su 100 seggi al Senato e i governatori di 37 dei 50 stati dell’Unione. Si rinnovavano anche 46 parlamenti statali. (ANSA)

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
VIDEO
di Andrea Polazzi   
VIDEO