Indietro
menu
Rimini

Teatro Galli. Renzi (PdL): modificare l'atto di indirizzo

In foto: Per la ricostruzione del Teatro Galli è necessario modificare l'atto di indirizzo approvato dal consiglio comunale.
di    
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 17 nov 2010 18:17 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

A dirlo in un interrogazione il consigliere del PdL, Gioenzo Renzi, che evidenzia come le difficoltà economiche della Fondazione Carim mettano a rischio il finanziamento previsto di 10milioni di euro. Renzi, che ricorda anche le 3500 firme contro la demolizione del Novelli contropartita per il Galli, chiede di riprendere in considerazione il vecchio e più economico progetto Garzillo-Cervellati.
Ieri il candidato alle primarie del Pd, Arlotti, aveva chiesto di modificare il piano finanziario per il restauro del teatro: se non si completerà la procedura entro il mandato il rischio è dover aspettare altri 10 anni.

La nota di Gioenzo Renzi

Per la ricostruzione concreta del Teatro Galli è necessario modificare l’Atto di Indirizzo approvato dal Consiglio Comunale
Il sottoscritto Consigliere Comunale Gioenzo Renzi,
ricordato
l’Atto di Indirizzo approvato il 19.4.2010 dal Consiglio Comunale che prevedeva la ricostruzione del Teatro Galli per una spesa di circa 30.000.000 di euro a cui si sarebbe dovuto fare fronte, tra l’altro, con :
a) contributi della Fondazione CARIM per 10.000.000,= di euro
b) Alienazione del Teatro Novelli per 6.500.000.= di euro
preso atto
1) che la situazione finanziaria in cui versa la Fondazione CARIM non sembra consentire la possibilità di un finanziamento di 10.000.000 di euro e che la stessa Fondazione non ha assunto nessun impegno in merito;
2) che in merito alla prevista vendita del Teatro Novelli si deve prendere atto del voto contrario all’unanimità espresso dal Consiglio di Quartiere n.1 sul cambio di destinazione dell’area;
3) che parimenti 3.500 cittadini hanno espresso la loro contrarietà alla demolizione del Teatro Novelli sottoscrivendo una specifica petizione in merito, che con questa interrogazione presentiamo al Sindaco;
chiede
1) se non si ritenga necessario e opportuno procedere alla revisione dell’Atto di Indirizzo a suo tempo approvato per la ricostruzione del Teatro Galli, essendo venute a meno le suddette condizioni di finanziamento a suo tempo previste per la realizzazione dell’opera;
2) se nell’ambito di detta revisione, non sia doveroso riprendere in considerazione il progetto Garzillo Cervellati che prevedeva una spesa inferiore di circa 11-12 milioni di euro rispetto alla spesa ora prevista nell’Atto di Indirizzo approvato, individuando se effettivamente, allo stato attuale esistono disponibilità finanziarie che consentono la realizzazione dell’opera non più rinviabile, dopo 65 anni, sine die;
3) se di fronte a questa situazione, l’Amministrazione Comunale non debba rendere noto, se ha ancora la volontà di portare avanti concretamente la ricostruzione del Teatro Poletti, in che modo e con quali finanziamenti.

Notizie correlate
di Redazione