Indietro
menu
Rimini

Indennità di disagio. Anci porterà il caso riminese da Maroni

In foto: Il vicesindaco Antonio Gamberini, il direttore generale Laura Chiodarelli e il direttore del personale Alessandro Bellini, hanno incontrato oggi a Roma il direttore generale di Anci, Angelo Rughetti. “Siamo soddisfatti, da parte dell’Anci vi è stata piena comprensione e consapevolezza della portata generale della questione' ha commentato il vicesindaco Gamberini
di    
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 9 nov 2010 17:05 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

L’incontro, convocato in via urgente, fa seguito alla lettera inviata nei giorni scorsi dal sindaco Alberto Ravaioli al presidente Anci, Sergio Chiamparino, in merito alla controversa vicenda del riconoscimento, sulla base di un contratto decentrato, dell’indennità di disagio agli agenti della Polizia municipale.
“Siamo soddisfatti, da parte dell’Anci vi è stata piena comprensione e consapevolezza della portata generale della questione ha commentato il vicesindaco Gamberini. Si tratta di un tema diffuso, che non riguarda solo Rimini, ma molti Comuni importanti. E’ una questione urgente anche dal punto di vista della tempistica”.
Approfondita la problematica, nell’incontro sono state decise due possibili strade da intraprendere per arrivare ad un’auspicata soluzione. Anci porterà il tema all’attenzione del Parlamento con l’obiettivo di poterlo inserire in uno dei prossimi provvedimenti legislativi. Nei prossimi giorni, inoltre, in occasione della XXVII Assemblea nazionale dei Comuni, Anci contatterà il ministro degli Interni Roberto Maroni, a cui sottoporrà la questione inquadrandola nell’ambito del Decreto sicurezza presentato recentemente in Consiglio dei ministri.

Notizie correlate
di Maurizio Ceccarini