Indietro
sabato 31 ottobre 2020
menu
Icaro Sport

Calcio. Un solo dubbio per D'Angelo alla vigilia di Fossombrone-AC Rimini

In foto: Chi giocherà al posto dello squalificato Evangelisti, Massaccesi o Valeriani? Fuori per infortunio Marco Brighi, Bucchi e Sari. Santucci ha recuperato, partirà dalla panchina. Diretta della partita domani dalle 14,30 su Radio Icaro.
di    
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
sab 27 nov 2010 15:37 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il tecnico dell’AC Rimini 1912, Luca D’Angelo, alla vigilia della trasferta a Fossombrone, inizia la presentazione della gara dagli assenti.
“Mancano Marco Brighi, Sari e Bucchi. Gli altri sono tutti a disposizione, compreso Santucci, che oggi si è allenato”.

Ieri c’è stato un ulteriore rinvio sia sul ricorso dell’Olympia Agnonese, per la quale si dovrebbe ora pronunciare la Corte a sezioni unite, sia per la questione squalificati in coppa Italia, a Rimini il cosiddetto “caso Evangelisti” (in ballo per i biancorossi ci sono 7 punti, che con i tre della gara di Agnone diventano 10).
“Non sappiamo niente di nuovo al riguardo, questa settimana il problema non ce lo poniamo” prova a prenderla con filosofia D’Angelo, che domani non potrà schierare Evangelisti per squalifica (questa volta rimediata in campionato).

L’assenza del centrocampista ex San Marino non cambierà i piani tattici del Rimini.
“Giocheremo sempre con due centrocampisti centrali e due laterali molto offensivi”.

Con il rientro dal primo minuto di Ragatzu, l’unico dubbio della vigilia riguardo l’undici titolare è proprio relativo al sostituto di Evangelisti sulla mediana, di fianco a Cardinale. In ballottaggio Valeriani e Massaccesi.
“Deciderò domani mattina, non prima – è sempre D’Angelo a parlare -. Massaccesi è più ordinato, più un metodista. Valeriani è più bravo nella fase propositiva, è più di inserimento. Davanti giocheranno Baldazzi, Buonocunto, Olcese e Ragatzu”.

I marchigiani sono in crisi di risultati (tre K.O. nelle ultime tre gare).
“Il Fossombrone viene da tre sconfitte consecutive e per questo motivo avrà fatto una settimana molto importante dal punto di vista del lavoro. Contro di noi vorranno riscattarsi. Non possiamo e non dobbiamo sottovalutarli. Pur essendo in difficoltà, è poi una squadra che soprattutto nei giocatori offensivi ci può mettere in difficoltà.
Ho visto due partite del Fossombrone: una è stata condizionata da un’espulsione e nell’altra dopo 20 minuti erano già sotto di due gol.
Credo che la partita dovremmo farla noi, anche per le nostre caratteristiche. Dobbiamo cercare di metterli in difficoltà nella fase difensiva. Dobbiamo essere agonisticamente pronti. Sarà importante non sbagliare l’approccio alla partita. Le previsioni meteo danno poi tempo brutto, come domenica scorsa. In caso di campo pesante il divario tecnico sarebbe ridimensionato”.

In caso di rigore chi si presenterà sul dischetto?
“Baldazzi o Ragatzu”.

E’ una domenica in cui il Rimini deve cercare di non perdere punti o in cui spera di guadagnare qualcosa sulle dirette concorrenti?
“Dobbiamo pensare solo alla nostra partita, anche perché non abbiamo la possibilità di incidere su quelle degli altri. Saremo concentrati sul Fossombrone, sperando poi che dagli altri campi arrivino risultati positivi”.

Il discorso promozione è già a due, tra Teramo e AC Rimini?
“Non credo, ma questi discorsi si potranno fare quando sarà finito almeno il girone d’andata. Penso che squadre come Santegidiese e Civitanovese siano pericolose. Lo stesso Santarcangelo se si dovesse sbloccare fuori casa potrà dire la sua, anche per il fatto di non avere pressioni, a differenza degli altri. E se domani il Real riuscisse a battere la Santegidiese probabilmente si rimetterebbe in corsa per il primo posto”.

Il prolungarsi della questione reclami può influire negativamente sulla squadra?
“Ieri ci aspettavamo di sapere qualcosa in più. Questo ulteriore rinvio non ci ha fatto di certo piacere. Ma ne parliamo più a livello di staff e di società. La squadra non credo ne parli molto. Non credo che i ragazzi siano condizionati più di tanto da questa situazione”.

Cosa si aspetta dall’ormai imminente apertura della finestra di mercato?
“Penso che le squadre che sono lì davanti non cambieranno moltissimo. Se sono lì vuol dire che bene o male la rosa soddisfa gli allenatori. Quelle dietro credo che qualcosa cambieranno. So che la Sambenedettese cambierà parecchi elementi. Starà a noi tenerla lontana”.

Lunedì al Flaminio AC Rimini 1912 e Basket Rimini Crabs disputeranno mini-gare di basket e calcetto per beneficenza, durante la serata denominata “Un pallone per amico – Primo Trofeo Acqua Radiosa” (dalle 21,30 su Icaro TV). D’Angelo giocherà a basket o a calcetto?
“A basket sicuramente no perché non sono capace e gli altri stranamente sono più grossi di me. A calcetto neanche, perché è più forte di me Strazzacapa. Pensate come sono messo!”

(nella foto Bove, Luca D’Angelo)

Notizie correlate
di Redazione