Indietro
sabato 31 ottobre 2020
menu
Icaro Sport

Calcio. Il Real non teme lo 0-3 a tavolino: domani in campo Lunati e Gambini

In foto: Entrambi sono stati squalificati in Coppa Italia di D. Ieri Becci ha lasciato il Real Rimini. Sul campo dell'Atessa VdS Iacobelli dovrà fare a meno di Zarini, squalificato, Di Giulio, Rocco, Camillini e Bettini, infortunati. In forte dubbio anche Cenciarini e Mandorlini. Pica rientra, ma non è al meglio.
di    
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 13 nov 2010 15:32 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Anche il Real Rimini non teme un ricorso come quello fatto dall’Angolana contro l’AC Rimini in relazione alla presenza in campo di un giocatore (Evangelisti nella circostanza) squalificato in Coppa Italia di D. E Agostino Iacobelli è pronto a schierare domani Lunati e Gambini.

“Io faccio quello che mi dice la società e la società mi ha detto che possono giocare. Non ci sono per infortunio Di Giulio, Rocco e i soliti (Camillini e Bettini, ndr). Cenciarini è quasi fuori causa (valuteremo domani), Pica e al 50%. Zarini è squalificato. E oggi non si è allenato neanche Mandorlini. Anche lui è in forse. Non siamo mai stati così in difficoltà.
Pica se non partirà dall’inizio, comunque, uno spezzone di gara lo farà di sicuro. E’ proprio relativo al centravanti il mio dubbio, perché se non parte Pica devo far giocare Meloni e Renzi e Bolzonetti sulla mediana. Se non ce la farà Cenciarini giocherà Della Valle, ma c’è un problema con la Nazionale sammarinese, perché è stato convocato per domani. Il nostro team manager, Andreattini, è andato a San Marino a sentire con i dirigenti della Federazione Sammarinese.
Una soluzione a centrocampo potrebbe essere arretrare Piccolo sulla mediana con Procopio dietro la punta Pica e Lunati a destra. Renzi a centrocampo è giovane, ma gioca con la testa di un veterano. Invece, non abbiamo più Becci, che se n’è andato. Ieri abbiamo parlato, il ragazzo mi ha chiesto la garanzia di avere più spazio ma io non posso dare queste garanzie e molto correttamente ha deciso di lasciare il Real Rimini. Si è sempre allenato al meglio. Ci siamo lasciati benissimo”.

Il problema maggiore per il Real Rimini, reduce da cinque vittorie ed un pari e ancora imbattuto con Iacobelli in panchina, deriva più dagli indisponibili che dall’avversario in sé.
“E’ vero! L’Atessa è una buona squadra, ma se avessimo avuto a disposizione gli elementi che hanno giocato nelle ultime settimane… Giocano con un 4-4-2”.

Qual è il reparto che la preoccupa maggiormente?
“La difesa. Righetti esordirà dal primo minuto? Ho letto su un giornale che ha già dichiarato di giocare titolare. Gli ho detto: ti sei già preso la maglia e l’hai messa sotto il letto”.

Relativamente all’AC Rimini si è parlato molto di rigori. Ma chi è il rigorista del Real, che non ha ancora usufruito di un tiro dagli 11 metri?
“Il primo rigorista è Pica, se non c’è lui calcia Procopio, altrimenti Piccolo. Se volete vi faccio tutta la scaletta. Io comunico tutto: chi batte angoli, punizioni e rigori”.

Adesso che sono passate 12 giornate, ha iniziato a guardare la classifica (il Real è terzo)?
“Personalmente non la guardo. I giocatori non lo so – è sempre Iacobelli a parlare -. Io aspetto la fine del girone d’andata. Per me, comunque, le partite vanno vinte tutte. Proprio stamattina ho detto ai ragazzi di non fare del vittimismo per le tante assenze”.

Rumors di mercato parlano di un interessamento del Bellaria per l’attaccante Casolla, il cui cartellino appartiene per metà al Cesena.
“E’ un pericolo. Noi ce lo teniamo stretto. Ora le squadre lo conoscono e domenica scorsa il Fossombrone lo ha raddoppiato sistematicamente. Gli ho detto che deve fare le cose che sa fare, senza preoccuparsi”.

(nella foto di Nicola Serafini, Agostino Iacobelli insieme a Francesco Casolla)

Notizie correlate
di Redazione