Indietro
sabato 31 ottobre 2020
menu
Icaro Sport

Calcio. Domani sera alle 20,30 il posticipo tra Cesenatico e Real Rimini

In foto: Contro i deludenti Corsari (con il presidente Bagnolini dimissionario) secondo il tecnico dei biancorossi, Iacobelli, è una questione di motivazioni. A centrocampo dovrebbe rientrare Rocco.
di    
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 2 nov 2010 17:31 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

“A Cesenatico dovrebbe rientrare Rocco, che sta bene” inizia come di consueto facendo il punto sulla situazione infortuni il tecnico del Real Rimini, Agostino Iacobelli, la conferenza stampa di presentazione del match.

“Il problema di domani per noi più che altro è mentale – continua -; se andiamo lì con le motivazioni e con la voglia degli ultimi tempi faremo una bella partita, altrimenti non prevedo nulla di buono.
Il Cesenatico ha perso tante gare con un gol di scarto, ma è sempre stato in partita. Rispetto ad altre squadre di bassa classifica non merita di stare là sotto.
Io in passato ho allenato Teodorani: non molla mai. Il Cesenatico ha giocatori d’esperienza che aiuteranno gli altri a venire fuori dalle difficoltà.
Da un punto di vista mentale per i giocatori è più facile andare a giocare a San Benedetto che a Cesenatico”.

Iacobelli torna sulle partenze a rilento del Real nelle ultime due settimane.
“Io non ho mai detto ai ragazzi partiamo piano. Ci sono diversi motivi che ci hanno indotto a farlo: a San Benedetto, per esempio, ci hanno costretto gli avversari. Qui al “Romeo Neri”, la mia sensazione è che temiamo un po’ questo stadio, anche se non ci viene a vedere tanta gente. Comunque, in determinate circostanze nel primo tempo di sabato scorso con il Luco Canistro abbiamo saputo soffrire”.

Al centro dell’attacco, con Bettini e Pica ancora ai box, toccherà agire ancora a Procopio.
“A livello di fisicità senza Pica perdiamo tanto. Gianluca (Procopio, ndr) è un giocatore tecnico, che ha caratteristiche diverse. Ma anche sabato ha avuto le sue occasioni, una clamorosa. Pica tra oggi e domani riprenderà a correre, Bettini corre già ma non riesce a forzare. Camillini, per completare il quadro degli infortunati, prima di un mese non potrà tornare. Probabilmente lo rivedremo in campo dopo la sosta per le festività natalizie”.

Che modulo applica il Cesenatico di Wilmer Ferri?
“Un 4-3-1-2 un po’ falso, perché diventa un 4-4-2”.

La Sambenedettese resta la favorita numero uno per il condottiero del Real Rimini.
“Dico sempre Samb perché ha l’organico e la società giuste. Ci sono però anche società che restano nascoste, come la Civitanovese, ma che hanno investito budget importanti. Lo so perché qualcuno ha richiesto dei miei giocatori, proponendogli cifre piuttosto alte”.

Dopo tre vittorie e un pareggio anche il Real non si può più nascondere.
“Una vittoria domani sera ci aprirebbe scenari interessanti. Noi vogliamo vincere a tutti i costi, ma anche il Cesenatico vorrà farlo. In caso di sconfitta per loro la situazione diventerebbe delicata anche a livello psicologico”.

(nella foto di Nicola Serafini, Agostino Iacobelli)

Notizie correlate
di Redazione