Indietro
menu
Rimini Turismo

Brambilla al Sia: albergatori hanno sacrificato fatturato per salvare presenze

In foto: "Un plauso ai nostri albergatori, che hanno saputo salvaguardare la competitività del turismo italiano rinunciando al fatturato". Così il Ministro al turismo, Michela Vittoria Brambilla, ha commentato i dati sulle presenze turistiche al 60° Sia Guest.
di    
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 20 nov 2010 16:39 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Taglio del nastro questa mattina per il 60° Sia Guest, il salone del settore alberghiero in corso fino a martedì a Rimini Fiera.
Al convegno di apertura, dedicato all’ospitalità italiana, è intervenuta anche il ministro del turismo Michela Vittoria Brambilla.

“Parlo solo di cose concrete”
Chi pensava di strapparle un commento sulla crisi di governo, sbagliava. Michela Vittoria Brambilla al Sia Guest tronca così ogni riferimento alla situazione politica e alle eventuali ripercussioni sul turismo e si butta sui dati. Quelli di Federalberghi, ad esempio, per cui l’Italia è quarta nel mondo e prima in Europa per numero di camere, 1milione e 100mila, e i turisti spendono ogni anno nel nostro paese quasi 100milardi di euro, di cui un terzo in alberghi.

“Nei primi sei mesi dell’anno in Europa i flussi turistici internazionali sono aumentati del 2%, in Italia del 5,3% – ha detto il Ministro. – Questo significa che le nostre imprese hanno un’ottima capacità di offrire i migliori servizi a prezzi competitivi.

Che il turismo italiano abbia retto alla crisi lo confermano anche i dati di Rimini, terza provincia in Italia dopo Roma e Bolzano per numero di pernottamenti: 14milioni 600mila all’anno. Qui l’estate 2010 è stata una delle migliori degli ultimi 10 anni, in fatto di presenze. Il fatturato, invece, cala. Ma per il ministro non è un problema: “I fatturati sono in calo perchè le nostre imprese hanno avuto la capacità e il merito di utilizzare la leva del prezzo per mantenere la competitività del settore in termini di arrivi e presenze – ha detto la Brambilla. – Anche per questo a loro va il mio plauso”.

I numeri del 60° Sia Guest
600 le aziende espositrici, su 8 padiglioni, con installazioni e mostre sulle tendenze degli alberghi del futuro. Attesi visitatori e buyer da 30 paesi. 1700 gli incontri d’affari organizzati dalla sola Camera di Commercio di Rimini per il progetto ““Il Sud del Mediterraneo incontra il design ed i prodotti italiani”.

(Newsrimini)

Notizie correlate
di Redazione