Indietro
sabato 24 ottobre 2020
menu
Icaro Sport

Basket B Dil. Agli Angels il derby di Ravenna (67-69)

In foto: I gialloblù nello scontro tra capoclassifica si ricompattano, dopo aver subito un break di 21-0 e centrano il sesto successo di fila. Angels per una notte in vetta da soli. La partita sarà proposta su Icaro TV martedì alle 23.
di    
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
dom 28 nov 2010 09:26 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Questa dal cilindro magico degli Angels non era mai uscita. Avevamo visto di tutto, dalla super striscia dell’anno scorso alla promozione, passando per il debutto senza paura in B Dilettanti fino alle vittorie con autorità contro squadroni come Monfalcone e Roncade – si legge in una nota della società clementina -. Però questa vittoria qua entra di diritto sul podio delle imprese gialloblù, perché tornare con la testa nel match dopo che si subisce un parziale di 21-0 e si va sotto di otto a otto minuti dalla fine… Beh, poi vincere diventa piuttosto complicato e invece Santarcangelo ce l’ha fatta anche stavolta, portando a casa il sesto referto rosa consecutivo e la testa solitaria della classifica. Bene, no?

È il big match del girone B, un anticipo al sabato che gli Angels cominciano con la testa giusta. L’ambiente è carico, i gialloblù ancora di più e l’abilità di Broglia negli inizi di gara porta i clementini a condurre già 2-6 dopo un paio di minuti. Ma questa è partita che si deciderà più in là, com’è naturale, e Ravenna ne dà subito una dimostrazione trovando con Sanlorenzo il canestro del sorpasso (7-6). Meschino lotta come un leone,
Davolio regala pillole del suo talento e il risultato è un match che prosegue punto a punto. Entra nella mischia anche Pesaresi e qualche secondo dopo arriva una tripla a segno nel canestro giallorosso (12-15). Si va a +5 con Palermo (12-17 all’8’) poi, dopo che ancora Davolio accorcia sul 16-18, ecco il primo break
significativo, un 7-0 Angels firmato Meschino che scrive a tabellone 16-25. Si fa gara di testa con grande autorità e la voglia matta di stupire chi ancora non si fosse accorto quanto sono forti questi Angels. Maioli, Pappalardo e Quartieri reagiscono di talento e classe (26-27), ma Santarcangelo riprende abbrivio con Bedetti (29-37 al 16’). Luca mette anche il +9 di fine primo tempo (32-41), un canestro che racconta di una
partita sbarazzina degli Angels ma ancora tanto, tanto lunga.
Il secondo tempo comincia come il primo, con gialloblù dalla buona intensità e ravennati forse sorpresi da tanto brio. Poi però in un attimo cambia tutto, precisamente dopo il 34-47 firmato da Broglia al 22’.
Non è un parziale quello messo a segno dall’Acmar, ma un vero e proprio tornado. Cominciano Maioli e
Pappalardo dalla lunetta, si inserisce Sanlorenzo per il sorpasso (48-47 al 29’), allunga Carrichiello subito dopo (51-47 a fine quarto). Neanche la mini pausa prima degli ultimi dieci minuti riesce a cambiare le cose, gli Angels perdono troppi palloni banalmente e le transizioni dell’Acmar fanno male. Gli uomini di Ciocca riprendono da dove avevano lasciato, Maioli la mette da sotto e al 32’ è 55-47. +8, il che a 8 minuti dal termine non vuol dire partita finita, ma se andiamo a guardare l’altro numero, quello del parziale ravennate, ci accorgiamo che gli Angels sono appena stati travolti da un 21-0. Di squadre che possano avere la forza di tornare da un inferno dal genere non ne abbiamo conosciute tante, anzi nessuna. I gialloblù però hanno un carattere d’acciaio, una mentalità temprata da una stagione vincente e uno spirito indistruttibile.
Stefano Marisi è importantissimo nel segnare i primi quattro punti del risveglio santarcangiolese (55-51), Silimbani è vitale nel riportare a -6 i nostri (62-56 al 35’) dopo il canestro di Carrichiello per il massimo vantaggio locale. Gialloblù in piena corsa e sorretti da uno stupendo tifo di 150 appassionati che hanno
raggiunto Ravenna per stare vicino e tifare a gran voce. Poluzzi dalla lunga distanza dà ossigeno all’Acmar (65-60), ma ora la parte del cacciatore la fanno Meschino e compagni. Pesaresi centra il pari dall’angolo che fa tremare Ravenna (67-67 a -40”), poi è delirio assoluto. Rimbalzo d’attacco gialloblù quando siamo agli sgoccioli, palla ancora a “Pesa”, pazzesco arresto e tiro in allontanamento e canestro impossibile a 3” dalla fine. Siamo 67-69 e l’ultima preghiera di Carrichiello non è accolta. Vince Santarcangelo.

IL TABELLINO
ACMAR RAVENNA–ANGELS SANTARCANGELO 67-69

ACMAR: Poluzzi 3, Carrichiello 3, Quartieri 6, Pappalardo 13, Cicognani 11, Albertini, Maioli 12, Sanlorenzo 10, Davolio 9, Morigi ne. All.: Ciocca.

ANGELS: Pesaresi 14, Meschino 12, Broglia 14, S. Marisi 4, Silimbani 7, Palermo 10, G. Marisi 2, L. Bedetti 6, F. Bedetti ne, Rinaldi ne. All.: Padovano.

Arbitri: Yang Yao e Poli.

PARZIALI: 16-20, 32-41, 51-47.

(nella foto, il play-guardia degli Angels Luca Pesaresi)

Notizie correlate
di Roberto Bonfantini   
VIDEO
di Roberto Bonfantini   
VIDEO