Indietro
menu
Rimini

Aeroporti. Gnassi: investire su specializzazioni; Arlotti: complimenti Aeradria

In foto: Investire sulle specializzazioni dei singoli scali. Questo il commento del candidato alle primarie del PD, Andrea Gnassi, sulla questione aeroporti esplosa oggi. Ancora più chiaro l'altro candidato Arlotti: questa mattina mi sono congratulato col presidente Masini.
di    
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 22 nov 2010 16:25 ~ ultimo agg. 00:00
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

“In un mercato aeroportuale estremamente complesso – scrive Gnassi in una nota – dove il sistema Italia perde colpi a fronte dell’aumento complessivo di passeggeri che si muove nel mondo, è importante non farsi travolgere da dinamiche di mercato che possono addirittura escludere l’Emilia Romagna o la fascia centrale adriatica dal collegamento di rotte internazionali.
L’obiettivo di Rimini per i prossimi 10 anni è essere un punto avanzato dell’internazionalizzazione dell’Emilia Romagna. Una porta naturale sull’Adriatico, uno snodo da dove fare arrivare persone dall’Europa e in particolare dall’est che sbarcando in Italia possono trovare le prime opportunità di lavoro, di cultura, di turismo, in primis proprio lungo l’asse della via Emilia. Conosco benissimo la delicatezza della questione, dei rapporti tra diverse realtà romagnole. Rimini deve mettere la sua vocazione internazionale e della ospitalità al servizio della Romagna e dell’intero sistema regionale. I primi esempi che mi vengono in mente sono le eccellenze gastronomiche, paesaggistiche, culturali e imprenditoriali, dove ad esempio le province di Forlì-Cesena negli ultimi anni hanno proposto punte di eccellenza. La Regione sta svolgendo un ruolo di coordinamento in tanti settori per rendere competitivo ed efficiente il sistema Romagna. Anche in campo aeroportuale investendo fortemente sulle specializzazioni e le vocazioni di Forlì, Rimini e Bologna, si può giungere ad un sistema aeroportuale solido e competitivo. Da un momento delicato come questo, si deve uscire ancora insieme investendo e concretizzando sul percorso avviato che prevede accordi tra le diverse realtà per una loro valorizzazione compiuta”.

La nota di Tiziano Arlotti

Questa mattina ho telefonato al Presidente di Aeradria, Massimo Masini, per felicitarmi delle iniziative intraprese per consolidare e sviluppare ulteriormente l’attività dell’Aeroporto di Rimini.

Credo che per la nostra realtà sia estremamente strategico che l’infrastruttura aeroportuale si sviluppi ulteriormente, viste le peculiarità del nostro territorio e le potenzialità che ha il nostro scalo.

Il piano industriale di Aeradra SPA sta raggiungendo risultati che vanno in questa direzione e non più tardi di pochi giorni fa è stato annunciato il superamento di mezzo milione di passeggeri.

Pur auspicando che vengano raggiunti accordi per coordinare il sistema aeroportuale regionale, ritengo che l’azione di Aeradria debba proseguire sulla strada del rafforzamento e potenziamento dello scalo, per incrementare ulteriormente il flusso di passeggeri e le opportunità di ulteriori collegamenti con le più importanti città italiane ed europee.

Notizie correlate