giovedì 17 gennaio 2019
In foto: Restano tutti in carcere i cinque ultras del Rimini, fermati per il ferimento di tre supporters riccionesi venerdì scorso. Ieri mattina sono comparsi davanti al giudice Fiorella Casadei, per l'udienza di convalida. La loro versione non ha convinto il giudice.
di    
lettura: 1 minuto
sab 21 ago 2010 13:01 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Il PM, Davide Ercolani, ha chiesto per tutti e cinque la conferma della custodia in carcere per lesioni gravissime in concorso. I cinque hanno detto di essersi trovati lì trascinati dall’onda del tafferuglio, dopo aver sentito due forti esplosioni. Tutti, hanno invece ammesso di essere entrati prima della partita per mangiare una piadina e di essere poi usciti. Seguendo un altro gruppo di persone, hanno cominciato a correre lungo via Flaminia finchè, alla Colonnella, sono stati fermati dalla polizia. Ecco perchè sono stati ripresi dalle telecamere della Caserma Giulio Cesare che si trova proprio in quel tratto. Hanno anche detto di conoscere il riccionese ferito all’occhio e che, se fossero stati loro ad aggredirlo, li avrebbe riconosciuti.
In casa di Serracino, uno dei fermati, sono stati trovati un manganello e un bastone di ferro.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna