giovedì 24 gennaio 2019
In foto: Si è conclusa con 21.687 presenze in quattro giorni la 23esima edizione del Palio del daino di Mondaino.
di    
lettura: 2 minuti
lun 23 ago 2010 16:42 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

A contribuire al successo della manifestazione la presenza di 400 figuranti e di 700 cittadini mondainesi impegnati in contrade e botteghe ma anche nell’organizzazione dell’evento.

www.paliodeldaino.it

La nota stampa

Si è conclusa ieri la XXIII edizione del Palio de lo daino.
Una scoppiettante edizione che ha raccolto numerosi successi a partire dall’affluenza di pubblico, dagli elogi dei presenti e anche di chi al Palio ci lavora, come gli artisti che in questi quattro giorni hanno arricchito le piazze del paese con tanti spettacoli di successo, e degli artigiani che hanno apprezzato l’organizzazione e l’impegno che la Pro loco, l’Amministrazione, le Associazioni e i mondainesi ci mettono, per rendere questa manifestazione la migliore tra le ricostruzioni storiche d’Italia.
Commenti positivi, quindi, che vengono dagli addetti ai lavori, ma anche preziosi suggerimenti e idee per le prossime edizioni, perchè il Palio de lo daino vuole ancora crescere per mantenere ed accrescere l’accuratezza storica e la spettacolarità degli eventi che si snodano al suo interno.

21.687 presenze in quattro giorni, a cui si aggiungono più di 400 figuranti e i circa 700 cittadini mondainesi che lavorano nelle contrade, ma anche nelle botteghe, all’interno dell’organizzazione e che partecipano al corteo e ai giochi.

Nuovi giovani artisti come Fuochi e affini e Mattia Favaro, hanno conquistato il pubblico, mentre altri già affermati a livello italiano ed europeo come Gianluca Foresi, I giullari del diavolo, il falconiere Gianluca Barone, il mangiaspade Marco Cardona, hanno riconfermato un successo già affermato nella bella piazza mondainese.
Altro debutto di successo è stato quello come presentatore di Nicola Battistoni, vicesindaco ed assessore al turismo.

Nella disfida tra i balestrieri di sabato 21 sera, a riconfermare la sua grande caparbietà e bravura in “un’arte” considerata maschile, è stata Madonna Pasqualina Benedetti, che ormai da tre anni regala alla contrada assegnatale, la possibilità di scegliere per prima l’oca, nella Corsa delle oche della domenica. Ma anche in questo caso è stato il Montebello ha vincere la sfida.

La serata conclusiva ha visto il gruppo degli Errabundi musici coninvolgere in danze la piazza centrale, mentre il Giullar Cortese imboniva il pubblico con le sue rime, prima ancora dell’esplosione degli spettacolari fuochi artificiali, mentre per le vie e nelle taverne la festa continuava tra i contradaioli. Soprattutto nella taverna del Montebello che per il terzo anno consecutivo si è aggiudicata l’ambito Palio. Le danze e i festeggiamenti si sono inoltrati fino a notte fonda, qualcuno forse, è rincasato quando il sole già sorgeva.

“Ringrazio la Pro loco, le Associazioni, le Contrade, la Daino Force, i dipendenti comunali e quelli di Hera per la collaborazione – commenta il Sindaco Fabio Forlani -. Il Palio de lo daino si conferma una manifestazione di successo, una scommessa vinta anche quest’anno. Quello che ci auguriamo è che ci venga concessa la possibilità di crescere ulteriormente con il supporto di tutte le istituzioni”.

“La Pro loco oltre a ringraziare tutti i cittadini e i volontari – dichiara Claudia Galanti, direzione artistica spettacoli – coglie l’occasione per ringraziare gli artigiani e gli artisti che ogni anno, partecipano alla nostra manifestazione con rinnovato entusiasmo contribuendo a rendere magica l’atmosfera che si respira in questi quattro giorni a Mondaino”.

Il Presidente della Pro Loco Nazario Gabellini ringrazia tutti i componenti della Pro Loco, la Daino Force, le Contrade e tutti i volontari che hanno contribuito al successo della manifestazione.

Altre notizie
Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna