mercoledì 12 dicembre 2018
In foto: Nel primo fine settimana di applicazione delle nuove norme anti-alcol sulle strade, fa discutere la manifestazione intitolata "La Nove Bar" e giunta tra l'altro alla terza edizione.
di    
lettura: 3 minuti
lun 2 ago 2010 09:06 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
3 min 8
Print Friendly, PDF & Email

Nella notte di sabato quasi 700 giovani con maglietta arancione hanno girato in bicicletta nove bar di Rimini con l’intento di bere il maggior numero di alcolici possibili.
Vista l’entità del plotone, le strade di passaggio sono state anche controllate dalle forze dell’ordine. I ragazzi del gruppo, muniti di trombe e fischietti, hanno finito il loro tour quasi all’alba con un tuffo nella fontana dei 4 cavalli.

L’iniziativa, come era facile immaginare, sta destando parecchie perplessità. “Da diversi anni – ci scrive un lettore – faccio l’educatore nella Parrocchia della Colonnella e con gli adolescenti cerchiamo in molti modi di ragionare e demolire l’uso sconsiderato di Alcol e la cultura dello Sballo nei giovani di oggi… e poi troviamo questo genere di manifestazioni autorizzate dal nostro Comune. E’ come dire a questi ragazzi che questo genere di cose non solo è lecita ma anche “approvata” da chi ci governa.”
Il lettore annuncia poi la volontà di presentare in proposito un esposto al Comune.

La lettera firmata giunta in redazione

Buongiorno,
vorrei portare alla vostra conoscenza quello che mi accaduto la notte tra il Sabato e la Domenica appena trascorse.
Sono residente da anni in Via Roma e il mio appartamento ha il salone che si affaccia direttamente su via Roma.
Verso l’una di notte di Sabato 31 Luglio sono stato svegliato, per non dire buttato giù dal letto, da rumori assordanti che andavano sempre più aumentando sono la mia finestra.
Un rumore assordante composto da schiamazzi, urli, fischietti, trombe da stadio, musica a tutto volume, urla e anche suoni prodotti da simpaticissime “vuvuzela” componevano questa sinfonia all’aperto.
Mi sono affacciato pere vedere e capire per quale assurdo motivo poteva succedere una cosa così inaudita sotto a dei condomini in cui abitano e quell’ora presumibilmente dormono, molte persone.
Con mio grande stupore ho visto centinaia di ragazzi radunarsi in bicicletta, tutti con una maglietta arancione indossata, sotto casa e piano piano riempire anche la carreggiata stradale di via Roma.
Ancora un pò assonnato e incredulo ho telefonato immediatamente sia al 112 che al 113 per segnalare questo assembramento anomalo e decisamente rumoroso sotto casa… con mio ancor più grande stupore mi sono sentito rispondere da entrambi che si trattava di una “manifestazione autorizzata dal Comune e che loro non potevano farci nulla e speravano solo che non venissero fatti danni ulteriori” !!!!!!.. sono rimasto senza parole !!!
Sono poi venuto a sapere che si trattava di una manifestazione ideata da alcuni ragazzi (che evidentemente non hanno altro a cui pensare se non gettare alle ortiche la propria giovinezza) chiamata “LA 9 BAR” e sottotitolata da loro come una “Ciclobeonata” all’insegna dello sballo e del consumo sconsiderato di Alcol. Direttamente sul volantino era riportato di dotarsi quanto più possibile di fischietti, trombe e quant’altro per fare rumore.
In pratica questi 500 e più ragazzi giovanissimi (probabilmente tra i 15 e i 20 anni) hanno deciso di fare un Tour organizzato e passare per 9 BAR predeterminati presso i quali consumare un “cocktail superalcolico” e poi procedere sino all’ultimo BAR (Rock Island) per vedere chi riusciva ad arrivare in fondo… sicuramente ubriachi fradici !
Prima di ripartire per le tappe successive hanno anche pensato bene di sparare alcuni fuochi di artificio sotto casa (era già l’una e mezza) oltre che stazionare in mezza alla strada fermando anche alcune macchine che cercavano di transitare da quelle parti.
A questo punto mi chiedo: COME SIA POSSIBILE CHE IL COMUNE DI RIMINI POSSA AUTORIZZARE UNA MANIFESTAZIONE DEL GENERE ??? il cui unico scopo era solo un consumo sconsiderato e incontrollato di ALCOL e all’insegna dello sballo e del completo disinteresse del resto della cittadinanza che poteva non gradire certi schiamazzi nel cuore della notte.
Si fa tanto parlare e scrivere sui giornali che il Comune si sta impegnando per evitare abusi di Alcol soprattutto sui minori e poi autorizzano certe cose ?
Per non parlare poi dei gestori di questi BAR (nel caso di casa mia si è trattato del Bar “Quinta Strada” il cui gestore dovrebbe VERGOGNARSI) che per il solo e unico scopo di fare soldi hanno aderito e promosso questa iniziativa fregandosene completamente di tutto il resto.

Sono tornato a letto solo verso le 2.00 quando questa banda di ragazzi già ubriachi (ed era solo il terzo bar del loro Tour) ha inziato a riprendere le proprie biciclette e ripartire per il BAR successivo.
Ovviamente prima di riprendere sonno è passato molto altro tempo anche per la grande arrabbiatura nei confronti della nostra amministrazione comunale che permette e autorizza eventi come questi.

Da diversi anni occupo il mio tempo libero nella Parrocchia della Colonnella in qualità di educatore di ragazzi adolescenti con i quali cerchiamo in molti modi di ragionare e demolire l’uso sconsiderato di Alcol e la cultura dello Sballo nei giovani di oggi… e poi troviamo questo genere di manifestazioni autorizzate dal nostro Comune, è come dire a questi ragazzi che questo genere di cose sia non solo lecita ma anche “approvata” da chi ci governa !!

Oggi farò anche un salto in Questura per depositare un formale esposto al Comune per l’accaduto descritto sopra.

(foto tratta da Facebook)

Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
Rimini Rimini Social

Una mostra blu, blu, blu

di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL METEO