domenica 21 luglio 2019
menu
In foto: Dopo le aziende, ora le banche lasciano la Repubblica di San Marino. Tocca alla Unicredit, che starebbe per uscire dalla compagine azionaria della Banca Agricola Commerciale.
di    
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
mar 3 ago 2010 14:59 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Piani industriali e salvaguardia dei posti di lavoro sono stati al centro, questa mattina, di un incontro tra il Segretario alle Finanze, i segretari della Federazione Servizi CSU, Gianluigi Giardinieri e Alfredo Zonzini, e i rappresentati sindacali dell’istituto di credito.

Secondo la Rsu,la rescissione da Unicredit, una partecipazione con un gruppo bancario di dimensioni internazionali, sarebbe una perdita rilevante per l’intero “sistema San Marino”. “Qualora – si legge nella nota – le scelte del Gruppo Unicredit siano ormai ineluttabili, è stato chiesto al Segretario alle Finanze e, suo tramite al Governo, di vigilare affinché il patrimonio della Banca composto dai suoi 102 dipendenti, dalle migliaia di clienti e da 90 anni di storia al servizio del Paese e della cittadinanza non siano messi in discussione da progetti di acquisizione avanzati da controparti non affidabili, con progetti industriali poco chiari o con  intenti esclusivamente speculativi”.

Notizie correlate
di Roberto Bonfantini   
VIDEO
di Roberto Bonfantini   
VIDEO
di Maurizio Ceccarini   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna