giovedì 24 gennaio 2019
In foto: Al cambio turno, i tre operai della Fiat - Giovanni Barozzino, Antonio Lamorte e Marco Pignatelli - reintegrati dal giudice del lavoro sono entrati nello stabilimento di Melfi (Potenza). I tre operai sono accompagnati dagli avvocati e da un ufficiale giudiziario, Francesco D'Arcangelo.
di    
lettura: 1 minuto
lun 23 ago 2010 14:04 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Maurizio Sacconi condivide la proposta del leader della Cisl Raffaele Bonanni per una partecipazione dei lavoratori agli utili di Fiat. ”Parlare di meno Stato e piu’ societa’ – osserva il ministro del Welfare al Meeting di Cl – significa parlare di Pomigliano, di un grande investimento che si realizza non con un incentivo pubblico ma con quanto e’ realizzato dalla disponibilita’ dei lavoratori ad una maggiore produttivita’.

A mio avviso, questi lavoratori acquisiscono il titolo a condividere un domani i risultati delle loro fatiche non solo in termini di salario fisso contrattuale, ma anche di salario collegato ai risultati dell’attivita’ aziendale”.

Intervistato da Repubblica, il segretario generale della Cgil, Guglielmo Epifani, rileva che ”all’inizio Marchionne appariva come un manager moderno” mentre ”oggi si ripresenta l’immagine della vecchia Fiat che chiede di scambiare il lavoro con la negazione di alcuni diritti”. Il segretario generale della Uil, Luigi Angeletti, al Giornale: Si’ a un contratto ad hoc per l’auto. (ANSA)

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna