20 novembre 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Elicottero precipita nel messinese. Morti pilota e tre passeggeri

CronacaNazionale

12 agosto 2010, 14:08

in foto: Un elicottero a noleggio per raggiungere le isole Eolie e' precitato a Giammoro nel Messinese. Nell'impatto sono morti il pilota e tre passeggeri. Il velivolo era diretto a Salina e sarebbe dovuto atterrare alle 8.45. Si è schiantato subito dopo il decollo

Dopo l’impatto l’elicottero si è incendiato. Le vittime sono due uomini e due donne. Sono morti carbonizzati. Sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri.

Le bare giunte con le auto delle pompe funebri “Nuova Caritas” da Pace del Mela, per portare via i corpi delle vittime dell’incidente dell’elicottero, sono andate via vuote. Non è stato, infatti, possibile recuperare alcun resto dei quattro morti. Tra i rottami bruciati del Robinson R44 è rimasto solo, quasi intatto, l’orologio gps del pilota che è resistente al fuoco.

I carabinieri avrebbero identificato una delle quattro vittime dell’incidente dell’elicottero precipitato a Giammoro: si tratterebbe del pilota del velivolo Domenico Messina, di 35 anni, di Barcellona Pozzo di Gotto (Me). Gli investigatori stanno ascoltando le testimonianze di dipendenti della Nuova Cometra per appurare le identità degli altri morti.

“L’elicottero precipitato non era stato noleggiato dall’Aicon. Era della ‘Rent fly’ di Bari”. Lo dice la portavoce della società “Aicon yatchs”, Katia La Rosa, che conosceva il pilota Domenico Messina che definisce “esperto e con molte ore di volo alle spalle”. “Il presidente di Aicom, Lino Siclari – aggiunge – è sconvolto perché conosceva il pilota e più volte aveva volato con lui con questo elicottero”.

L’elicottero sarebbe partito da uno spiazzo vicino a un capannone della “Nuova Cometra” ditta che realizza interni per mezzi di trasporto tra cui le imbarcazioni di lusso.

L’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo ha aperto un’inchiesta tecnica sull’incidente che ha interessato l’elicottero R44, marche di immatricolazione I-COST, in cui sono deceduti quattro occupanti. Un investigatore dell’Agenzia – riferisce la stessa agenzia – sta raggiungendo il luogo dell’evento “per svolgere il primo sopralluogo operativo e raccogliere le evidenze disponibili nell’ambito dell’attività di indagine”.

I carabinieri avrebbero identificato una delle quattro vittime dell’incidente dell’elicottero precipitato a Giammoro: si tratterebbe del pilota del velivolo Domenico Messina, di 35 anni, di Barcellona Pozzo di Gotto (Me). Gli investigatori stanno ascoltando le testimonianze di dipendenti della Nuova Cometra per appurare le identità degli altri morti.

L’elicottero si è schiantato contro il capannone della “Nuova Cometra”, nella zona industriale della frazione di Giammoro, una ditta che si occupa della realizzazione di interni per mezzi di trasporto tra cui treni, navi, aerei. Del velivolo rimane ben poco perché dopo lo schianto si è incendiato. Dallo spiazzo antistante lo stabilimento si vede la coda dell’elicottero e un ammasso di rottami bruciato. Anche dei corpi degli occupanti sarebbe rimasto ben poco. A Giammoro sono giunti vigili del fuoco, carabinieri e polizia che hanno circondato la zona dell’incidente impedendo a chiunque di avvicinarsi. Il sostituto Michele Martorelli, della procura di Barcellona Pozzo di Gotto (Me), è appena giunto sul luogo dell’incidente. Il Robinson R44 sarebbe dovuto atterrare sull’isola di Salina in uno spiazzo che si trova a Malfa vicino alla pista utilizzata dal servizio di emergenza sanitaria del 118. E’ questo l’unico eliporto autorizzato. Secondo una norma del 2006 però i comandanti degli elicotteri, sotto la propria responsabilità, hanno il permesso di atterrare in aeree non soggette a particolari vincoli paesaggistici o di altro genere. Il Robinson R44 è un elicottero leggero monomotore da turismo, quadriposto e con rotore bipala, utilizzato anche come addestratore, prodotto dall’azienda statunitense Robinson Helicopter Company dal 1992 e tutt’ora in produzione. La struttura è realizzata in tubi saldati in acciaio sulla quale anteriormente è montata una cabina di pilotaggio a quattro posti affiancati su due file. La versione normalmente prodotta prevede un paio di pattini di atterraggio o in alternativa due galleggianti. (ANSA)

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454