martedì 22 gennaio 2019
In foto: Il Coordinamento Valle dell'Uso, nato dalla protesta contro il progetto del nuovo impianto di compostaggio di Sogliano, diventa associazione Onlus con il nome di Liberaluso.
di    
lettura: 2 minuti
mar 24 ago 2010 19:03 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

La novità sarà festeggiata sabato dalle 18.30 al lago di Masrola di Borghi con una serata di musica e degustazioni gratuite.

L’Associazione LIBERALUSO si presenterà alla cittadinanza. Il documento di presentazione:

1. Tutelare l’ambiente dei territori della Valle Uso.

2. Promuovere iniziative culturali, di ricerca e ludiche con la finalità di valorizzazione
del territorio della Valle Uso.

3. Proporsi quale luogo di incontro e di aggregazione, nella libera espressione della
società civile e nell’ambito di interessi culturali comuni, assolvendo alla funzione di
crescita umana e civile mediante la partecipazione e il confronto;

4. Continuare ad operare, con i mezzi consentiti, affinché non vengano realizzata vicino a Masrola aree industriali legate al processo dei rifiuti.

5. Difendere il territorio dagli interessi speculativi e dai piani d’intervento che
prescindano da uno sviluppo sostenibile e compatibile con la storia, la vocazione e la dimensione di questi luoghi;

6. Stimolare iniziative atte alla valorizzazione delle culture, delle intelligenze anche
artistiche, ad approfondire la ricerca storica sul territorio, per rafforzarne l’identità e il legame con i vecchi e nuovi abitanti, per una nuova coesione sociale.

7. Salvaguardare il patrimonio naturale, paesaggistico e le sue tradizioni in quanto
ricchezza collettiva inesauribile, per uno sviluppo nell’ambito agri-turistico
coerente con le potenzialità presenti sul territorio, promuovendo iniziative atte alla
valorizzazione delle imprese ecologicamente sostenibili per lo sviluppo economico della Valle Uso.

8. Promuovere il confronto tra i cittadini, la collaborazione tra le associazioni, stimolare
il coordinamento tra gli amministratori locali per una pianificazione globale e armonica degli interventi, superando contraddizioni dannose e incoerenti;

9. Coinvolgere i giovani per un nuovo dialogo sociale per una crescita solidale e della
riscoperta di un nuovo legame col territorio.

L’associazione LIBERALUSO, per il raggiungimento dei propri fini, intende promuovere
varie attività, in particolare:
• attività culturali: dibattiti, convegni, proiezioni di film e documenti, mostre
e concerti;
• attività di formazione: promuovere attività di educazione ambientale e proporre alle scuole progetti di ricerca storica e di recupero della memoria sul territorio;
• attività editoriale: pubblicazione di un foglio informativo su tutte le iniziative associative e su quanto l’Assemblea dei Soci delibererà, costruzione di un sito internet e predisposizione di un manifesto programmatico che sarà il documento di riferimento e di indirizzo dell’Associazione.

Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna