lunedì 23 settembre 2019
menu
In foto: Si chiude questa sera, con la proiezione de “L'era galciale 3” sulla spiaggia di Torre Pedrera, la tredicesima edizione di Amarena.
di    
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 10 ago 2010 11:10 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

La rassegna di cinema sulla spiaggia ha raccolto mediamente 1.000 spettatori a serata con i picchi per le proiezioni dei film “Up”, “Sherlock Holmes” e “Cado dalle nubi”. In 13 anni gli spettatori sono stati invece 200mila.

La nota stampa

La rassegna di cinema itinerante, la prima sulle spiagge riminesi, saluta i suoi spettatori con un gran finale prima di ammainare la vela del cinema. Questa sera a Torre Pedrera “L’Era Glaciale 3 – L’alba dei dinosauri”.

In questi anni, con una media di 1.000 spettatori a sera, oltre 200.000 persone hanno assaporato le pellicole di A’marena. I film, scelti seguendo le richieste del fedele pubblico arrivate per e-mail o su facebook, sono stati eterogenei: dalle pellicole impegnate e d’autore, ai cartoni, fino ai blockbuster e alle commedie all’italiana.

Alcune curiosità di quest’ultima edizione: anche se la fine di luglio ha messo a dura prova la resistenza della “vela” su cui vengono proiettati i film, in più occasioni la tenacia del pubblico ha convinto gli organizzatori a continuare le proiezioni nonostante le cattive condizioni metereologiche.

Le Riama Bag, le ormai mitiche borse in PVC realizzate con i manifesti del cinema, esposte nella Galleria dell’Immagine, sono state tutte “adottate” fin dai primi giorni.

Le proiezioni che hanno richiamato il maggior numero di persone sono state quelle di “Up”, “Sherlock Holmes” e “Cado dalle nubi”, film che evidenziano la vocazione di A’marena di proporsi con spettacoli in grado di soddisfare tutte le esigenze: divertenti e d’avventura per un pubblico di giovanissimi, d’azione e di analisi sociale per il pubblico più adulto.

A’marena inoltre, grazie alla collaborazione con la Fondazione Federico Fellini, è riuscita a far vivere i retroscena del mondo del grande regista riminese, proiettando con successo nel Piazzale Fellini film che ne documentano il genio, come “Noi che abbiamo fatto la Dolce Vita” e “Diario Segreto di Amarcord”.

Notizie correlate
di Redazione   
di Lamberto Abbati   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna