giovedì 19 settembre 2019
menu
In foto: Ritrovo e traguardo finale alla Darsena di Rimini. Le quattro edizioni precedenti sono state vince tutte dal friulano Ivan Cudin. In contemporanea si disputa la 4a Golden Marathon Extreme.
di    
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
gio 22 lug 2010 22:46 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Print Friendly, PDF & Email

La 5° Cento Chilometri Rimini Extreme, in programma in questo fine settimana, si correrà tra sabato 24 e domenica 25 luglio. La Rimini Extreme è una delle ultramaratone più attese dell’anno nel panorama internazionale – si legge in una nota del Golden Club Rimini -. Si corre di notte, affrontando salite e discese impegnative, immersi nell’affascinante entroterra della Romagna e delle Marche con un dislivello complessivo di 2.689 metri.

In contemporanea alla 100 Km Rimini Extreme si disputa anche la 4° Golden Marathon Extreme, ideata per consentire a più persone di provare la sensazione della corsa in notturna su un percorso suggestivo che si concluderà a Montecopiolo.

Le caratteristiche della corsa
La quinta edizione della 100 Chilometri Rimini Extreme – 4° Trofeo Rossi Oleodinamica è gara Fidal, inserita nel calendario Iuta (Associazione Italiana Ultramaratona e Trail) e la 4° Golden Marathon Extreme sono entrambe valevoli per i Golden Events 2010. La Rimini Extreme attraverserà dieci Comuni (Rimini, Coriano, Montescudo, Sassofeltrio, Mercatino Conca, Monte Cerignone, Montecopiolo, San Leo, Verucchio, Santarcangelo) due Province (Rimini e Pesaro-Urbino) e le Regioni Emilia-Romagna e Marche sfiorando la Repubblica di San Marino.

La Rimini Extreme è organizzata dal Comitato Provinciale del Coni in collaborazione con il Golden Club Rimini e gode dei Patrocini delle due Regioni (Emilia Romagna e Marche), delle Province di Rimini e Pesaro-Urbino, di tutti i Comuni attraversati, dei Comitati Coni Regionali e Provinciali.

Il percorso
Il ritrovo della Cento Chilometri Rimini Extreme è fissato alle 18.00 di sabato 24 luglio nella splendida Darsena di Rimini dove è situato anche il traguardo finale. Alle 21.15 inizierà il trasferimento degli atleti aperto dalle fiaccole attraverso il centro storico di Rimini. Alle 22.00 dallo scenario dell’Arco d’Augusto i concorrenti inizieranno la loro corsa verso le montagne dell’entroterra. Lungo il tracciato, la luna vigilerà sul loro cammino che toccherà Montescudo, Mercatino Conca, Monte Cerignone e Montecopiolo dove al Ristorante Il Gabbiano è posto l’arrivo di Maratona. I “centisti” proseguiranno la loro ascesa fino alla massima asperità dei 1000 metri di Villagrande per poi si scendere verso San Leo, Pietracuta e Ponte Verucchio dove entreranno sulla pista ciclabile che costeggia il fiume Marecchia che li porterà fino al mare dove saranno accolti in una passerella trionfale posta nella Darsena di Rimini.

I protagonisti
La Rimini Extreme ogni anno trova sempre più consensi tra gli appassionati alla partenza si schiereranno 250 ultramaratoneti provenienti da tutta Italia e dall’estero.

Il fuoriclasse friulano Ivan Cudin (vincitore di tutte e quattro le edizioni) è il favorito d’obbligo. Dovrà prestare attenzione al tedesco Ludger Robert Boewere e ad Andrea Accorsi. Tra i palpabili protagonisti sono da inserire Enrico Vedilei, Ivano Folli, i fratelli Paolo e Luca Aiudi, Eugenio Cornolti e Stefano Montagner. Tra i romagnoli spicca la presenza di Andrea Guiducci, Bruno Tacchi e Giovanni Tamburini.

Nella Rimini Extreme rosa spicca la presenza della bolognese Monica Barchetti, vincitrice della prima e della quarta edizione. Ai nastri di partenza si schiereranno anche Juliette Savini (Zimbawe), Patrizia Rossi, Angela Gargano ed altre venti rappresentanti del gentil sesso.

Nella Maratona, in campo maschile, i favori vanno al coriaceo Carlo Romagnano. Nelle donne Maria Ilaria Fossati (vincitrice della scorsa edizione) dovrà vedersela con Lorena Di Vito. Fra le riminesi è da menzionare Nadia Tosi grande protagonista all’ultima 100 km del Passatore.

Per tutti i partecipanti atleti, organizzatori e amici, si prospetta una grande festa sportiva nello splendido spirito che anima gli ultrarunner. Questo sport duro, puro e vero mette esattamente sullo stesso piano il gusto della sfida, della fatica con se stessi e con gli altri ma non tralascia il valore dell’amicizia al di là del tempo e del risultato.

Un grande ringraziamento, va alle amministrazioni, alle forze dell’ordine, agli appassionati, ai volontari e alle associazioni che collaborano nell’organizzazione di questo evento che ha superato i confini della penisola.

(nella foto, un momento della conferenza stampa)

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna