Tennis. Sabato scatta la 23a edizione degli Internazionali di San Marino

San Marino Sport

27 luglio 2010, 17:58

in foto: Potito Starace, Simone Bolelli e Filippo Volandri guidano la pattuglia azzurra contro gli specialisti della terra. Una wild card certa per Stefano Galvani. Il presidente della Federtennis sammarinese, Forcellini: “Compiuto un grande sforzo per portare nel mondo il nome del Paese”.
www.atpsanmarino.com

Il grande tennis fa di nuovo tappa sul Titano. Tutto è pronto, infatti, per la 23ª edizione degli Internazionali di tennis “San Marino Cepu Open”, challenger Atp (montepremi 100.000 dollari) in programma da sabato 31 luglio (con le qualificazioni) a domenica 8 agosto sui campi in terra del Centro Tennis Cassa di Risparmio, dove il torneo è stato ufficialmente presentato con una conferenza stampa – si legge in una nota dell’organizzazione -.

“Poche altre manifestazioni in Repubblica possono vantare una vita così lunga ed è per questo che ogni anno che passa sono sempre più fiero del nostro torneo – ha sottolineato in apertura Christian Forcellini, presidente della Federtennis Sammarinese – ormai un patrimonio per il Paese e un punto di riferimento tra gli eventi estivi allestiti in territorio, ma non solo, visto il richiamo che esercita. Alla luce del difficile momento che vive l’economia internazionale, lo sforzo organizzativo è stato notevole. Per questo mi sento di ringraziare pubblicamente il segretario di Stato allo Sport, Fabio Berardi, per il sostegno fornitoci, come pure il Comitato Olimpico che ci ha aiutato in vari modi. Del resto queste manifestazioni sono un biglietto da visita prestigioso per portare in giro per il mondo il nome del nostro Paese”.

Parole di convinto apprezzamento per l’ormai tradizionale appuntamento sono venute proprio dal Segretario di Stato al Turismo e Sport, chiamato in causa dalle parole di Forcellini.

“Si tratta di un autentico evento per il nostro Paese, giunto ormai alla 23.ma edizione – ha rimarcato Fabio Berardi nel suo intervento – e che coniuga tutta una serie di positività. L’avere una data consolidata nel tempo è un valore aggiunto per lo sport, ma anche per il turismo, specie in un territorio che fa dell’accoglienza una delle sue peculiarità. E i dati dimostrano l’ottima ricaduta che ha questa manifestazione: 16.500 presenze nell’arco di una settimana nel 2009, con qualcosa come 750 camere d’albergo occupate. E il fatto che sia un evento tutto sammarinese in termini organizzativi, con risorse locali impiegate a tutto campo, è ulteriore motivo di soddisfazione. Poi questo accogliente centro sportivo è anche a due passi dal centro storico, inserito nel patrimonio dell’umanità dell’Unesco. Per tutto questo è anche giusto evidenziare la presenza di un amico sponsor come Cepu, che da tempo crede in questo appuntamento sportivo e nel nostro Paese, con un impegno che va riconosciuto”.

Il saluto del Comitato Olimpico Nazionale Sammarinese è stato portato dal presidente Angelo Vicini. “Un torneo internazionale come questo funge da stimolo per l’attività svolta poi durante l’anno – ha spiegato Vicini – da una federazione molto impegnata anche verso le giovani generazioni, come dimostra il progetto della Tennis Academy partita in autunno. Per tali ragioni come Cons abbiamo fornito un contributo economico superiore al passato in questo anno così particolare: è nostro interesse, infatti, aiutare la Federtennis a mantenere un alto livello qualitativo del torneo. E in quest’ottica il vero motore per la sua riuscita sono i tanti volontari coinvolti, ai quali va il mio speciale ringraziamento in questa occasione. Così come un caloroso in bocca al lupo perché la 23.ma edizione sia piacevole e avvincente, non solo per gli appassionati della racchetta”.

Elio Vagnoni (pubbliche relazioni Cepu) ha ricordato come siano ormai 15 anni (dal 1996) che il gruppo fondato da Francesco Polidori e che opera nella formazione a tutti i livelli è sponsor principale degli Internazionali di tennis, “dopo aver legato il suo nome anche a tanti personaggi dello sport. E’ un matrimonio che va avanti con soddisfazione da ambo le parti e siamo felici di aver contribuito alla crescita della manifestazione allestita dagli amici di San Marino, realtà vicina alla nostra sede madre di Sansepolcro”. In particolare, dopo il successo della passata edizione, “verrà riproposta un’iniziativa speciale, il 2° Memorial Federico Luzzi, per ricordare non solo il campione ma un amico scomparso prematuramente, un toscano verace, grintoso in campo così come sorridente e gentile fuori”.

La serata, con finalità benefiche, in collaborazione con l’associazione Fede-Lux, si svolgerà lunedì 2 agosto, con un’esibizione sul Centrale che vedrà protagonisti sportivi e personaggi del mondo dello spettacolo, come ha ricordato Forcellini, direttore del torneo (il via agli incontri alle 16, con sessione serale dalle 20) oltre che numero uno della Federtennis sammarinese prima di approfondire il discorso sul piano tecnico.

“Abbiamo dovuto fare i conti per la prima volta con la concomitanza con Kitzbuhel, diventato da quest’anno un challenger con montepremi inferiore al nostro, ma di richiamo per giocatori di alcuni Paesi europei, per la lista degli iscritti al San Marino Cepu Open rimane sicuramente di alto livello – afferma Christian Forcellini – e il torneo si conferma un appuntamento di qualità nel calendario estivo della terra battuta, chiudendo in pratica la stagione su questa superficie mentre già in America parte quella sul cemento che porterà agli US Open di fine agosto. Non a caso è inserito nel circuito ‘Tretorn Series plus’ che comprende i migliori challenger del mondo. Abbiamo Potito Starace, sempre grande protagonista qui con due successi e la presenza nelle ultime tre finali consecutive, reduce dai quarti ad Amburgo la settimana scorsa, l’altro Davisman azzurro Simone Bolelli, che sta risalendo la china in classifica mondiale, come pure Filippo Volandri, vincitore nel 2008 e nostro uomo copertina quest’anno. Il mio auspicio è che i tennisti italiani possano arrivare in fondo alla settimana, come accaduto nelle ultime due edizioni, perché sono loro a richiamare il grande pubblico e a fungere da gran cassa alla manifestazione. Nell’entry list figurano poi nomi di giocatori di valore come il belga Olivier Rochus, appena fuori da primi 60 del ranking, lo spagnolo Pere Riba, che pochi giorni fa ha battuto un top 30 come il connazionale Montanes, o il portoghese Frederico Gil, lunedì capace di eliminare un certo Roberto dal torneo Atp di Gstaad. Riguardo agli altri italiani, è fuori di 4 posti Alessio Di Mauro e di 6 Stefano Galvani: se quest’ultimo non dovesse entrare per qualche rinuncia, avrà una wild card per il tabellone principale essendo ormai sammarinese d’adozione e nostro portacolori ai Giochi dei Piccoli Stati. Per gli altri ‘inviti’ aspetteremo sino all’ultimo per ufficializzarle nel tentativo di arricchire ulteriormente il cast di partecipanti, e non nascondo che la speranza è di poter avere in gara Fabio Fognini, ma lo sapremo solo a fine settimana. Stiamo anche valutando l’ipotesi di concederne una delle quattro a Diego Zonzini, che ha compiuto un miglioramento notevole grazie alla Tennis Academy di cui è responsabile Giorgio Galimberti e si meriterebbe un premio del genere, prima di partire poi per la Serbia per giocare alcuni Futures Itf. Nelle qualificazioni, inoltre, cercheremo di far giocare qualche nostro ragazzo, in particolare Giacomo Zonzini, Alberto Brighi e Tommaso Lago, 18enne padovano che frequenta a tempo pieno l’Academy”.

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454