giovedì 24 gennaio 2019
In foto: L'Italia dei Valori (IDV) di Rimini sulla disposizione del sequestro al bagno 62/63 di Rimini e sulla posizione di protesta del Comune al provvedimento comunica il proprio distacco dalla posizione espressa dal Comune
di    
lettura: 1 minuto
sab 24 lug 2010 17:10 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

L’Italia dei Valori (IDV) di Rimini sulla disposizione del sequestro di alcune strutture non autorizzate al bagno 62/63 di Rimini e della successiva posizione di protesta del Comune al provvedimento comunica il proprio fermo distacco dalla posizione espressa dal Comune stesso, esprime la propria solidarietà all’opera del magistrato e chiede al Partito Democratico di esprimersi a sua volta – univocamente- sulla vicenda. Un attacco istituzionale alle disposizioni di un magistrato che lavora per la nostra stessa collettività è per lo IDV inaccettabile e sorprendente. Le leggi possiamo modificarle insieme, se le riteniamo inadeguate, ma finchè esse esistono devono essere rispettate da chiunque , operatori indigeni e cittadini stranieri ospiti (o vu cumprà) senza sconti, senza demagogie che ci portino alla deriva sociale. Dura Lex sed Lex. Non esiste libertà individuale senza rispetto delle regole. Ogni ipotesi di governo di alleanza con lo IDV deve considerare questo paradigma che per lo IDV è irrinunciabile ed ineludibile al di sopra delle idee dell’assessore di turno.” Vittoria Vitale della Italia Dei Valori(IDV) Rimini

Altre notizie
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna