martedì 22 gennaio 2019
In foto: Regole chiare sul 'chi fa cosa' nel comparto dell’intrattenimento, con particolare attenzione alla somministrazione di alcolici. Questo il tema dell’incontro di oggi tra il vice Sindaco Antonio Gamberini ed il Presidente comunale della Federazione Pubblici Esercizi, Giuliano Lanzetti.
di    
lettura: 1 minuto
lun 19 lug 2010 17:42 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Nel corso dell’incontro odierno, che fa seguito ad un recente intervento dell’organizzazione leader dei pubblici esercizi del comune di Rimini, il Presidente Lanzetti ha illustrato la proposta formulata da Fipe-Confcommercio relativa alla regolamentazione della vendita e della somministrazione di bevande alcoliche nelle ore notturne.
La proposta di Fipe-Confcommercio è tesa non soltanto ad adeguare la normativa locale alle disposizioni contenute nella legge di modifica del Codice della Strada in fase di prossima approvazione al Senato, ma anche “a mettere a frutto” le esperienze maturate in numerosi comuni italiani che hanno già adottato provvedimenti in materia di somministrazione e vendita di bevande alcoliche.
La proposta di Fipe Confcommercio, denominata “Notti Sicure”, ora sul tavolo del vice Sindaco Gamberini prevede:
– di vietare il consumo di bevande alcoliche in aree e spazi pubblici, ad eccezione delle aree di pertinenza dei pubblici esercizi;
– di anticipare il divieto di vendita per asporto alle 22 anziché alle ore 23
– l’eliminazione di ogni distinzione relativa al materiale e alla capacità del recipiente, ossia di estendere il divieto di vendita per asporto a qualsiasi tipo di recipiente (lattina, plastica) e non al solo vetro come già previsto.
“- come già previsto, ad esempio, dal Comune di Bologna, di prevedere dell’impegno (sottoscritto con l’amministrazione comunale) da parte degli esercizi non abilitati alla somministrazione di alimenti e bevande a non effettuare la vendita di bevande alcoliche nel periodo tra le 22 e le 6
– la previsione del divieto per i distributori automatici attivi “24 ore su 24” di vendere alcun tipo di bevanda alcolica visto l’impossibilita di accertare l’età e lo stato dell’acquirente.

Il vice Sindaco Gamberini, si è reso disponibile ad intervenire sull’attuale regolamentazione locale istituendo un tavolo di lavoro a partire da Settembre.

Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna