20 novembre 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Per aggirare le leggi ora gli abusivi ricorrono al falso su ordinazione

CronacaRimini

28 luglio 2010, 13:23

in foto: Un senegalese di 33 anni, controllato ieri mattina di fronte al bagno 74, a Marina Centro, teneva le etichette contraffatte di marche prestigiose, come Lacoste e Armani, in un sacchetto nella propria auto parcheggiata di fronte al lungomare.

Poi, a volte anche in base alle richieste dei clienti, andava in auto a prendere l’etichetta richiesta e la applicava a indumenti e borse: una sessantina le maglie trovate nell’auto, insieme a una ventina di borse e a diversi giubbotti.

L’espediente serviva all’uomo per evitare la denuncia per i falsi: ma non gli è servito, la polizia lo ha infatti denunciato, oltre che per introduzione nel territorio italiano di falsi, anche per ricettazione. Il senegalese aveva un regolare permesso di soggiorno emesso dalla questura di Treviso.

(NewsRimini.it)

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454