mercoledì 23 gennaio 2019
In foto: Gli incidenti mortali a sub ogni anno sono pochi, da tre a cinque, e in maggioranza sono causati dalla poca prudenza. Lo afferma Paolo Tealdo, istruttore e vicepresidente del settore didattica della Federazione Italiana pesca Sportiva e Attività subacquee (Fipsas)
di    
lettura: 1 minuto
sab 24 lug 2010 19:31 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Le attività subacquee “sono paragonabili come numero di incidenti al bowling – sottolinea l’esperto – il problema è chementre al bowling al massimo ti cade una palla sul piede, qui sirischia la vita. Ogni anno sono 3-5 gli incidenti mortali a sub,e di solito sono causati o dalla poca esperienza o dalla troppa sicurezza di sé di persone che magari sono esperte, ma non hanno la necessaria prudenza”. La zona delle grotte di San Giorgio, dove oggi hanno perso lavita due sub, non sono particolarmente pericolose secondo Tealdo: “Lì le acque sono basse, e la grotta ha una bolla d’aria sopra che può essere usata per respirare – spiega l’esperto – diventa pericolosa solo se c’é il mare un po’ grosso, perché la risacca fa sbattere i sub sugli scogli. Questa però è una condizione che di solito è prevedibile in anticipo, si sa che lì bisogna andare solo quando il mare è calmo”. Secondo l’esperto i consigli di sicurezza per chi fa immersioni non sono molti: “Innanzitutto bisogna prendere un brevetto, evitando il ‘fai da te’ che è molto pericoloso. Il consiglio principale però rimane sempre la prudenza: come diciamo sempre noi, se solo si ha il dubbio che le condizioni del mare possano essere proibitive è meglio rinunciare all’immersione, anche se si sono fatti magari centinaia di chilometri di viaggio”.(ANSA).

Altre notizie
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna