mercoledì 23 gennaio 2019
In foto: 67 euro in più all’anno per gli abbonamenti annuali e 6 euro in più al mese per quelli mensili. Il comitato dei pendolari Rombo chiede alla Regione di rivedere l’atto approvato nei giorni scorsi, perché venga applicato un aumento più equo.
di    
lettura: 1 minuto
sab 24 lug 2010 12:16 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

100 km (poco più dell’1%, 7 euro all’anno)
Dal 1° agosto, si abbatterà sui pendolari, che ogni giorno percorrono con il treno i 112 chilometri da Rimini a Bologna, una vera e propria stangata: 67 euro in più all’anno per gli abbonamenti annuali e 6 euro in più al mese per quelli mensili. L’aumento degli abbonamenti annuali, rispetto al 2008, sarà del 9%: di molto superiore a quello previsto per le tratte al di sotto dei 100 km (poco più dell’1%, 7 euro all’anno) e maggiore di quello applicato alle corse semplici, che vengono incrementate del 7,69%(0,60 euro a corsa). Questo contrasta con quanto dichiarato dall’assessore regionale alla Mobilità Alfredo Peri che, in un incontro con i comitati dei pendolari del 12 luglio scorso, aveva espresso la volontà di incidere meno pesantemente sugli abbonati come categoria complessiva, non facendo menzione di distinzioni in base alle fasce chilometriche.E’ vero che il contributo della Regione, per sostenere la molto vantaggiosa carta Mi Muovo Tutto Treno, da Rimini a Bologna, è maggiore rispetto a quello versato per tratte più brevi e che i pendolari riminesi, rispetto a quelli cesenati o forlivesi, possono usufruire, la sera, di due ES Bologna-Rimini non stop, ma non si tratta di una differenza che giustifichi un aumento delle tariffe così esoso tenuto anche conto che più chilometri da fare significano anche più disagi.
Inoltre non è scontato che, con i tagli della manovra di Governo, la Regione riesca ad assicurare la carta Mi Muovo Tutto Treno e i relativi vantaggi anche per i prossimi anni. Il Comitato RomBO chiede alla Regione di rivedere l’atto approvato nei giorni scorsi, perché venga applicato un aumento più equo e proporzionato anche ai pendolari emiliano-romagnoli che ricadono in una fascia chilometrica superiore ai 100 km.

Comitato pendolari della Romagna RomBO
comitato.rombo@

Altre notizie
di Redazione
studente derubato a scuola

Furto a scuola: diciottenne arrestato

di Redazione
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna