19 June 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Vulcano Islanda. Stop ai voli forse anche per tutta la giornata di martedì

Nazionale

19 aprile 2010, 17:23

in foto: Il presidente dell'Enac, Vito Riggio, ha annunciato che dalle 9.00 di questa mattina i cieli del Nord Italia tornano a essere chiusi. Parlando a Rtl, Riggio ha spiegato:

“Purtroppo gli ultimi due bollettini meteo hanno ribaltato le buone notizie di ieri sera, costringendoci a ordinare la chiusura immediata dei cieli del nord del nostro Paese dalle 9.00”.

Lo stop agli scali del Nord Italia – ha spiegato successivamente una nota dell’Enac – resterà in vigore fino 8.00 di domani mattina. “A causa di un peggioramento registrato nel corso della notte dal Bollettino MetOffice sul movimento delle ceneri trasportate dall’eruzione del vulcano islandese Eyjafjallajökull – si legge nel comunicato – l’Enac comunica di aver disposto nuovamente e con urgenza la chiusura dello spazio aereo del Nord Italia, da quota 0 a quota 22.000 piedi, dalle 9:00 antimeridiane odierne alle ore 8:00 antimeridiane (ora italiana) di domani martedì 20 aprile. Il provvedimento dell’Enac, analogamente a quanto disposto dalle altre autorità dell’aviazione civile dei partner europei – prosegue la nota – é stato assunto in base alle norme internazionali vigenti per la sicurezza del trasporto aereo e delle più recenti disposizioni aeronautiche adottate per fronteggiare l’emergenza determinata dall’attività vulcanica in Islanda, in particolare il ‘contingency plan’ disposto dall’ICAO”.

PROBABILE STOP VOLI ANCHE DOMANI – Se le previsioni resteranno quelle attuali neanche domani sara’ possibile volare sul nord Italia e dunque gli aeroporti resteranno chiusi. Lo ha detto il direttore generale dell’Enac, Alesessio Quaranta, nel corso del comitato operativo della Protezione Civile, convocato per fare il punto della situazione dopo i disagi provocati al trasporto aereo dall’eruzione del vulcano islandese. Una decisione definitiva per quanto riguarda la giornata di domani verra’ presa comunque nella serata di oggi. ”Secondo le previsioni attuali non abbiamo possibilita’ di riaprire – dice Quaranta – ma entro le 21 di oggi avremo notizie piu’ dettagliate e valuteremo il da farsi, comunicando tempestivamente tutte le informazioni necessarie”. A chi gli chiedeva se le misure fossero eccessive, anche in relazione alle polemiche sorte sulle valutazioni effettuate dalle autorita’ londinesi, Quaranta ha risposto sottolineando che ”di fronte alla garanzia di sicurezza dei passeggeri tutto passa in secondo piano”. ”Tutti i Paesi europei – ha aggiunto – hanno adottato i provvedimenti sulla base dei bollettini provenienti dal Met Office di Londra. Lo ha fatto la Francia, la Germania, e lo abbiamo fatto anche noi”.

CACCIA NATO COLPITO DA EFFETTI NUBE
Un caccia F-16 della Nato ha subito gli effetti della nube di cenere vulcanica islandese durante un volo in Europa. Lo indica un responsabile militare Usa. In uno dei motori dell’F-16 sono state trovate tracce di polvere vetrificata proveniente dalla nube di cenere sprigionata dal vulcano in Islanda. Il ritrovamento sottolinea i timori legati alle possibili conseguenze per i velivoli che attraversano la nube, ha notato ancora il responsabile militare Usa. “F-16 dell’alleanza erano in volo e hanno trovato tracce di polvere vetrificata nel motore”, ha riferito la stessa fonte, “si tyratta di un velivolo”.

ALITALIA SOSPENDE VOLI DA E PER NORD ITALIA – A seguito di quanto comunicato dall’ Enac sulla nuova chiusura dello spazio aereo del Nord Italia, Alitalia informa che fino alle ore 08.00 di domani martedì 20 aprile sono cancellati i voli da e per Milano Linate, Milano Malpensa, Bergamo, Torino, Genova, Verona, Venezia, Trieste, Firenze, Ancona e Bologna. Restano sospesi anche i collegamenti con le città di Londra, Amsterdam, Parigi e Bruxelles fino alla riapertura dei rispettivi aeroporti. Alitalia ribadisce che a tutti i passeggeri coinvolti dalle cancellazioni dovute all’eruzione vulcanica viene garantito il rimborso integrale del biglietto in caso di rinuncia a voli alternativi o la possibilità di riprogrammare il volo, senza alcuna penale, entro il 31 maggio.

Ai passeggeri con biglietto da o per altre destinazioni dell’Europa centrale o del Nord, Alitalia suggerisce di controllare lo stato del proprio volo prima di recarsi in aeroporto, collegandosi al sito Internet www.alitalia.it o chiamando il numero verde 800.650055. Al fine di mitigare i disagi per i passeggeri Alitalia ha potenziato le strutture dei Call Center e aumentato il personale dedicato all’assistenza presso gli scali di Roma e Milano. (ANSA)

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454