21 June 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Sciopero autobus: la Tram risponde alla Uil

LavoroProvincia

26 marzo 2010, 17:36

in foto: Secondo la Tram Servizi, allo sciopero di mercoledì ha partecipato il 72,86% degli autisti in turno (e non il 90% come comunicato dalla Uil). E mentre la Uil scioperava contro l'accordo sul premio produzione, Cisl e Cgil l'hanno fatto approvare dai lavoratori con un referendum.

Proseguono le polemiche sullo sciopero degli autobus di mercoledì.
Secondo la Uil, che l’ha promosso per protestare contro l’accordo sui turni sindacali firmato a settembre da Cigl, Cisl e Faisat e contro il nuovo accordo sul premio produzione 2010, vi ha aderito il 90% degli autisti. E il mancato preavviso da parte dell’azienda avrebbe lasciato a piedi 5600 persone.

Oggi però la Tram servizi ha risposto fornendo una diversa versione dei fatti: allo sciopero avrebbe partecipato solo il 72,86% degli autisti in turno, e gli utenti erano stati regolarmente avvisati.
Oltretutto, in contemporanea allo sciopero Cgil e Cisl hanno organizzato un referendum sull’accordo per il premio produzione 2010. Secondo la Tram Servizi hanno votato 239 lavoratori su 289 aventi diritto e i sì sono stati 163 (il 68,2%). ‘Non si capisce che senso abbia avuto lo sciopero’ ha detto il presidente di Tram Servizi, Sergio Amadori. ‘Potevano semplicemente votare no ed evitare di perdere una giornata di lavoro e di causare disagi agli utenti’.

Ma Stefano Guerrini della Uil risponde: ‘I nostri dati sulla partecipazione allo sciopero sono corretti: è stata del 90%. Il disagio agli utenti non è stato causato dai lavoratori in protesta ma dall’azienda, che non ha avvisato la cittadinanza secondo le modalità previste dalla legge. E il referendum sarebbe da invalidare, perchè non si è svolto secondo i regolamenti’.

Fatto sta che questa mattina l’accordo sul premio di produzione è stato ufficialmente firmato dall’azienda e dagli altri 3 sindacati. ‘Se verranno raggiunti tutti gli obiettivi fissati sul piano commerciale, degli incidenti stradali e dell’officina – ha spiegato Amadori – i lavoratori otterranno un premio medio pro capite di 2667 euro, variabili in base al merito’.

(Newsrimini)

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454