martedì 22 gennaio 2019
In foto: C'erano anche la 40enne riminese Raffaella Morgano e la sorella Cecilia tra i cento passeggeri rimasti per otto ore in un aereo della Swiss Air sulla pista di Venezia a causa del maltempo.
di    
lettura: 1 minuto
gio 11 mar 2010 17:16 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Le due hanno raccontato all’Ansa che avrebbero dovuto prendere una coincidenza a Zurigo per arrivare a Manchester ad assistere alla partita del Milan. “Quando ci hanno detto che l’aeroporto di Bologna era chiuso – ha detto Raffaella – abbiamo fatto una corsa in macchina sino a Venezia, sotto la neve, pur di prendere l’aereo ma è stato tutto inutile. La partita l’ho vista in un ristorante di Chioggia mentre stavo tornando indietro.” Le due avevano pagato 310 euro di volo e 55 di biglietto dello stadio per seguire per la prima volta all’estero il Milan. Di tutta la vicenda ciò che le amareggia di più è il comportamento del personale di bordo: “quando abbiamo capito che non avremmo mai preso la coincidenza abbiamo chiesto di scendere – ha spiegato la 40enne – ma ci è toccato insistere con forza per essere accontentati”.

Altre notizie
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
di Icaro Sport
FOTO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna