mercoledì 16 gennaio 2019
In foto: "Una scelta saggia e opportuna". Così Mauro Ioli, presidente di Convention Burea di Rimini, commenta l'ufficializzazione della nuova data di apertura del Palas: l'11 settembre e non più in primavera.
di    
lettura: 1 minuto
mer 10 mar 2010 09:41 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Convention Bureau, ricorda Ioli alla trasmissione Tempo Reale (Radio Icaro, Icaro Rimini Tv) aveva preso tutte le contromisure rispetto a uno slittamento dell’apertura del nuovo palacongressi. “Per noi il bicchiere è mezzo pieno – commenta Ioli – il completamento dei lavori a regola d’arte è garanzia di poter ricevere il nuovo palacongressi senza ulteriori complicazioni e subito utilizzabile per i nostri eventi”.
Quanto ai clienti che avevano già sottoscritto contratti, avevamo pattuito una serie di convenzioni di riprotezione: avevamo già chiarito nella stipula del contratto che se non fosse stato consegnato per tempo il nuovo palacongressi, avremmo garantito lo svolgimento degli eventi nell’attuale palazzo dei congressi, che è ancora funzionale e agibile”.
La nuova data, ricorda Ioli, è anche strategica: taglio del nastro, e subito un evento importante: “La nuova data si riprogramma col 14° convegno delle Biotecnologie, che si terrà il 14 settembre”.
“Con tutta una serie di complicazioni esecutive – conclude Ioli – l’apertura avremmo potuta averla anche per il congresso della CGIL a maggio, ma con un’alta percentuale di rischio di un lavoro incompleto”.
E lo stesso cantiere è stato in questi mesi un’importante vetrina: “Oggi è in programma una visita di un’importante delegazione di Confindustria”.
(Newsrimini.it)

Notizie correlate
di Redazione
Una vicenda che fa discutere

Arresti alla casa per anziani. I commenti

di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna