giovedì 13 dicembre 2018
In foto: Impegno per la gestione dei servizi educativi, valorizzazione del centro storico, maggiori trasferimenti per cultura e turismo, con una riconsiderazione degli eventi.
di    
lettura: 2 minuti
mer 10 mar 2010 12:18 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
2 min 5
Print Friendly, PDF & Email

Sono alcune delle voci dell’emendamento al Bilancio 2010 presentato al sindaco in vista della discussione, giovedì, in Consiglio Comunale a Rimini. L’emendamento è frutto di una serie di confronti con i gruppi di maggioranza, con le commissioni consiliari, le categorie economiche e le organizzazioni sindacali. Con queste, sarà a breve convocato un nuovo incontro per arrivare alla sottoscrizione dell’accordo sul Bilancio.

La sintesi dell’emendamento trasmessa dall’Amministrazione Comunale:

Scuola, sociale e mobilità nell’emendamento al Bilancio 2010

Impegno per la gestione dei servizi educativi, valorizzazione del centro storico, risorse per il Centro a bassa soglia e maggiori trasferimenti per cultura e turismo. Sono solo alcune delle voci più significative recepite nella proposta di emendamento presentata dal sindaco al Bilancio di previsione che il Consiglio comunale sarà chiamato a votare nella seduta di domani.
L’emendamento è frutto del lungo e approfondito confronto sviluppatosi con i gruppi di maggioranza, in seno alle commissioni consiliari, con le categorie economiche e le organizzazioni sindacali (con le quali sarà a breve convocato un nuovo incontro per arrivare alla sottoscrizione dell’accordo sul Bilancio). Resta confermato l’impianto generale della manovra: nessun incremento della tassazione locale; maggiori investimenti nel welfare per 3 milioni di euro; mantenimento dei servizi; riduzione della spesa corrente per 4 milioni; nuove azioni a sostegno di famiglie e imprese.
Politiche educative. L’emendamento introduce l’impegno dell’Amministrazione comunale a fare tutto ciò che è possibile per mantenere la gestione diretta dei servizi educativi, con particolare riferimento alla funzione didattica.
Mobilità e qualità urbana. Il perseguimento dell’obiettivo di riqualificazione e valorizzazione del centro storico dovrà contare – indica l’emendamento – su un impegno forte per quanto riguarda la viabilità e parcheggi, che costituiscono presupposto indispensabile per facilitare e agevolare la fruizione del centro storico da parte di residenti e turisti.
Turismo. Riconosciuta, nell’emendamento, la scelta di “diversificare e riconsiderare” gli eventi.
Spesa corrente. L’emendamento introduce nuovi capitoli di spesa per il finanziamento del Centro a bassa soglia e per l’installazione di pannelli a messaggio variabile ai varchi della Ztl.
Previsti inoltre incrementi dei capitoli di spesa per turismo, Istituzione Musica teatro eventi (Sagra musicale malatestiana), mobilità dolce (progetto Piedibus). Aumentato poi lo stanziamento degli interventi di manutenzione strade, verde pubblico, gestione degli impianti sportivi comunali.
Parte straordinaria. Tra gli interventi più qualificanti inseriti nell’emendamento, la nuova scuola Gaiofana per 10 classi e palestra; la manutenzione straordinaria della media Bertola; maggiori risorse per lavori di arredo urbano e per la manutenzione straordinaria degli alloggi Erp.

Altre notizie
di Redazione
di Maurizio Ceccarini
Notizie correlate
Una vicenda che fa discutere

Arresti alla casa per anziani. I commenti

di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL METEO