lunedì 21 gennaio 2019
In foto: Gli infortuni alle donne occupate nel settore industriale in Emilia-Romagna sono in lieve calo. Nel 2008, secondo l'Inail, le infortunate sono state 464 in meno rispetto all'anno precedente.
di    
lettura: 1 minuto
ven 5 mar 2010 15:46 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Tra le varie le province, la città con il maggior numero di denunce all’istituto, è stata Bologna con 7.631, 346 in meno del 2007. A Modena il calo più significativo, con 388 infortuni in meno (5.684). Seguono Bologna, Rimini con – 41 (2.537), Piacenza con -34 (1.566), Ravenna con -14 (2.839). In controtendenza Parma, con sei infortuni in più (3.425), Ferrara +9 (2.186), Reggio Emilia con +60 e, distaccata, la provincia di Forlì-Cesena con 304 in più.

“Il trend è in diminuzione – ha spiegato la direttrice dell’Inail di Bologna, Celeste Piracci – ma i numeri vanno presi con le molle. Bisogna, infatti, tener conto del calo dell’occupazione”. Il dato è preoccupante, ha precisato Piracci, anche perché “due terzi delle donne infortunate hanno tra i 18 e i 49 anni”. Questo significa che viene colpita l’età in cui “la donna è impegnata su un duplice fronte: deve gestire i figli e spesso
anche gli anziani in famiglia”.

Altre notizie
di Simona Mulazzani
Notizie correlate
di Redazione
di Icaro Sport
FOTO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna