mercoledì 23 gennaio 2019
In foto: Per un elementare principio di reciprocità, se il meccanismo è ritenuto valido per la serie A deve esserlo anche per la Legadue nei confronti della serie inferiore. Questa la motivazione addotta dalle società, che ribadiscono la loro ferma volontà di continuare ad essere un campionato Nazionale a girone unico.
di    
lettura: 1 minuto
ven 5 mar 2010 11:57 ~ ultimo agg. 00:00
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Il giorno 4 marzo 2010 si è tenuta a Bologna, negli uffici della Legadue, l’Assemblea delle societa – si legge in una nota della Legadue -.
Dopo ampia discussione sulla riforma dei campionati, tema all’Ordine del giorno del Consiglio Federale che si terrà oggi e domani a Roma, le società di Legadue ricordano che a causa della Convenzione Fip-Lega di Serie A, sono state private di una promozione in Serie A introducendo il meccanismo della Wild Card.

Le società hanno deliberato quanto segue:
se il meccanismo della Wild Card è ritenuto valido per la Serie A, deve esserlo per un elementare principio di reciprocità, anche per la Legadue nei confronti della serie inferiore. Se i principi che hanno portato la Federazione ad introdurre la Wild Card sono da ritenersi validi, devono valere per tutto il settore professionistico.
Le società di Legadue ribadiscono altresì la propria ferma volontà di continuare ad essere un campionato Nazionale a girone unico, per continuare ad offrire ai nostri tifosi un campionato vivo e interessante.

Altre notizie
di Icaro Sport